Attualità
Lgbti+

Sabato 11 giugno torna la sfilata del Bergamo Pride

Partenza dalla stazione e arrivo sul Sentierone. Un percorso sotto il nome di «Mille e una Lotta»

Sabato 11 giugno torna la sfilata del Bergamo Pride
Attualità Bergamo, 02 Giugno 2022 ore 15:18
In tutta Italia, l’onda del Pride, che raccoglie le manifestazioni promosse dal movimento Lgbti+ (lesbico, gay, bisessuale, transessuale e intersessuale), è pronta a coinvolgere più trenta città della penisola, in alcune delle quali l’evento ha già preso forma, mentre nelle più è in programma nelle prossime settimane. A Bergamo, l’appuntamento è per sabato 11 giugno sotto lo slogan di «Mille e una lotta».

Il ritrovo è previsto per le 13 davanti alla stazione dei treni in Piazzale Guglielmo Marconi, da dove il corteo si metterà in moto a partire dalle 14. Il percorso si snoderà lungo viale Papa Giovanni XXIII, svolterà in via Camozzi, poi via Pignolo, via Verdi, via Petrarca e viale Roma con coda finale sul Sentierone.

«Il recente affossamento del DDL Zan non ci ha indebolitə né fiaccatə. Lottiamo e continuiamo a lottare. Che sia nel silenzio delle nostre esistenze, contro una famiglia che non ci vorrebbe come siamo. O che sia facendo molto rumore nelle piazze e affrontando chi si prende gioco di noi nei palazzi della politica o chi ci discrimina per strada o sul luogo del lavoro». Così scrivono i promotori, che per questo 2022 chiedono l’aiuto di tutti nel sostenere l’iniziativa. Sottolineano: «LOrganizzazione di volontariato Bergamo Pride è completamente autofinanziata e non percepisce alcun fondo istituzionale né da parte di grandi sponsor per precisa scelta etica. Ci appoggiamo alla comunità e ai piccoli esercenti del territorio, organizzando eventi di raccolta fondi autogestiti. Anche il minimo contributo, in base alle possibilità economiche di ognuno, può fare la differenza per poter sostenere le spese vive della manifestazione, quali rimborsi ospiti, organizzazione logistica del corteo, spese SIAE, organizzazione della festa finale, materiale pubblicitario, servizio di assistenza e intervento sanitario, assicurazione». La raccolta fondi si trova qui.

Il Pride torna quindi a veder sfilare migliaia di persone in piazza nella modalità più tradizionale. Nel 2019, gli organizzatori avevano parlato di 10 mila partecipanti alla sfilata. Dopo due anni di eventi contigentati e limitati per numero di persone e modalità di aggregazione, ma per forza e efficacia del messaggio che sono riusciti comunque a mandare. Tra gli ospiti dello scorso anno c’era stata anche Vladimir Luxuria, attivista, scrittrice, ex parlamentare, impegnata da sempre in prima linea per i diritti della comunità LGBT+.

Quest’anno, tra gli eventi collegati, quello previsto all’Artisan Cafè di domenica 12 giugno alle 19.00. I Papà per scelta, padrini del Pride 2022, presenteranno il loro libro «Quattro uomini e una sella» e cercheranno di rispondere alla domanda «Cosa crea una famiglia?».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter