Attualità
Niente di nuovo

Trenord non soddisfa gli standard di affidabilità, bonus anche ai viaggiatori bergamaschi

Verni (M5S): «Gestione centrodestra è indecorosa». Su circa quaranta tratte, una trentina sono zoppicanti. Anche in Bergamasca

Trenord non soddisfa gli standard di affidabilità, bonus anche ai viaggiatori bergamaschi
Attualità Bergamo, 16 Settembre 2022 ore 17:29

Sulle circa quaranta tratte di Trenord in Lombardia, nel mese di luglio una trentina non hanno soddisfatto lo standard minimo di affidabilità previsto dai Contratti di Servizio.

Di quelle che transitano per la Bergamasca, soltanto la Bergamo-Treviglio risulta tra le poche che si salvano. Le altre, che gravitino su Milano o che si spingano fino a Novara, Brescia, Verona o Cremona, sono tutte accumunate dai troppi ritardi e dalle troppe cancellazioni. I dati sono tutti riportati in questa tabella.

Pertanto, è una magra consolazione sapere che le più di trentaquattro tratte fuori standard otterranno il bonus sconto del trenta per cento riservato in questi casi. Simone Verni, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, fa notare: «I dati certificano quella che di fatto è stata la Caporetto del servizio di trasporto pubblico regionale. La gestione del centrodestra del trasporto pubblico lombardo è indecorosa. La fotografia di un mese di passione per i pendolari lombardi costretti quotidianamente a subire le carenze dell’offerta regionale. Lo standard minino non è stato rispettato in 30 direttrici su 42. Del totale solo cinque direttrici hanno risentito del problema strutturale relativo al passante. Chissà se Regione Lombardia, che è ente regolatore del servizio, sarà ancora sorda di fronte alle richieste di risarcimento presentate dal Movimento 5 Stelle a favore dei pendolari».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter