Attualità
Raccolta firme

Una petizione online chiede che Le Due Torri di Stezzano restino chiuse il 26 dicembre

Si punta ad arrivare al migliaio di sottoscrizioni. Tutto parte da delle dichiarazioni del 2018 del direttore del centro commerciale

Una petizione online chiede che Le Due Torri di Stezzano restino chiuse il 26 dicembre
Attualità Stezzano e Azzano, 30 Novembre 2021 ore 14:59

«Il Natale è la festa della famiglia, non di certo del centro commerciale». Lo sottolinea chiaramente una petizione lanciata sul portale Change.org per chiedere la chiusura de Le Due Torri di Stezzano il 26 dicembre, giorno della festa di Santo Stefano.

Al momento, le sottoscrizioni raccolte sono più di 800 (per l’esattezza 835, ma il conteggio è in continuo aggiornamento), ma il primo obiettivo che si pone la raccolta firme è di arrivare al migliaio di adesioni.

«Natale è anche per noi che siamo aperti 7 giorni su 7 dalle 9 alle 21 – scrivono i promotori della petizione -. Il 26 dicembre vorremmo festeggiare con le nostre famiglie! Mettetevi davvero una mano sul cuore e pensate ai nostri figli, ai nostri mariti/compagni, alle nostre mogli/compagne o anche più semplicemente ai nostri parenti più stretti (genitori, fratelli, sorelle) che a Natale saranno privati della nostra presenza».

La raccolta firme è stata lanciata online dopo che nel 2018 il direttore del centro commerciale Roberto Speri aveva dichiarato che «era giusto che anche i dipendenti festeggino» il Natale con i loro cari. Per questa ragione, tre anni fa, la struttura era rimasta chiusa il 25 dicembre e nel giorno di Santo Stefano per consentire ai dipendenti di riposare.

Tuttavia, nella stessa occasione, il direttore aveva spiegato che se il quadro fosse cambiato la decisione avrebbe potuto essere rivista. Cosa che è avvenuta quest’anno anche a causa della crisi innescata dalla diffusione del Covid.

Speri ha infatti spiegato a BergamoNews che le chiusure a singhiozzo degli ultimi due anni hanno avuto pesanti ripercussioni sul centro commerciale e che l’apertura durante le festività è necessaria per tutelare le attività della struttura e, di conseguenza, anche i dipendenti che vi lavorano. Inoltre, è stato ridotto l’orario di apertura del nuovo cinema Arcadia, inaugurato di recente, che accoglierà il pubblico in sala non dalle 9 alle 21, bensì dalle 12 alle 20.