Stazione e dintorni

Vigili e soldati dell'Esercito, la sicurezza a Bergamo città si muove a piedi

Via libera al bando per otto nuovi agenti di polizia locale che si insedieranno ai Propilei. In piazzale Marconi 11 militari in più per l'operazione "Strade sicure"

Vigili e soldati dell'Esercito, la sicurezza a Bergamo città si muove a piedi
Pubblicato:
Aggiornato:

di Wainer Preda

Giacomo Angeloni non ha perso tempo. A due settimane dall’insediamento della giunta Carnevali, il nuovo assessore alla Sicurezza ha dato il via libera a un bando per l’assunzione di 8 nuovi agenti della polizia locale di Bergamo. Forze fresche che, dopo un periodo di formazione e affiancamento con colleghi più esperti, costituiranno i primi nuclei di agenti “appiedati” in città.

Terminate tutte le procedure burocratiche, verosimilmente dall’inizio del prossimo autunno dunque vedremo le nuove pattuglie della Locale girare nel centro cittadino e non solo.

«Il bando che verrà pubblicato a breve sarà il più largo possibile - spiega l’assessore - in modo da potervi attingere anche per sostituzioni e pensionamenti. Non sarà dunque solo esclusivo per agenti appiedati ma, più aperto, per agenti di polizia locale».

In questo momento l’organico della Locale di Bergamo conta 163 agenti. Erano 167 fino a pochi giorni fa. Poi quattro se ne sono andati per avvicinarsi alle città di provenienza. In campagna elettorale, il sindaco Elena Carnevali ha promesso assunzioni in modo da portare l’organico della Polizia locale a 210 agenti. Ne serviranno dunque una quarantina in più, da assumere durante il mandato. Il costo di ogni agente è di circa 40-45 mila euro l’anno, a seconda del livello. Un aggravio consistente sul bilancio del Comune, fermo restando che l’esigenza di maggior sicurezza è parecchio sentita dai cittadini, in tutti i quartieri.

Nuova sede della Polizia locale ai Propilei

Il primo obbiettivo della nuova Amministrazione è aumentare la presenza e la visibilità della Polizia Locale sul territorio. La base operativa dei nuovi nuclei di pattugliamento appiedati sarà ai Propilei di Porta Nuova, dove in questo momento c’è l’ufficio che rilascia i permessi per l’occupazione del suolo pubblico. «Con la consapevolezza che poi le pattuglie gireranno per la città, in strada, non staranno “asserragliate” ai Propilei», tiene a sottolineare l’assessore.

«I nuovi agenti serviranno da deterrente prima di tutto nel quadrilatero Porta Nuova, Quarenghi, Bonomelli e Paglia. Ma poi anche nei quartieri complicati, fra cui la Malpensata» (...)

Continua a leggere sul PrimaBergamo in edicola fino a giovedì 11 luglio, o in edizione digitale QUI

Commenti
fulvio

evidentemente li promuovono tutti anche qualcuno che maturo non è

fulvio

quando si insediò la giunta Gori la prima cosa che fecero fu quella di intervenire per togliere le pattuglie miste pur sapendo che i soldati servivano solocome deterrente dato che non pptevano svolgere le funzioni di ordine pubblico...ora invece sono le benvenute..le solite capriole politiche

Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali