A Curno

Dopo 40 anni, il Marigolda se ne va? «Serve una nuova gara d’appalto»

Dopo 40 anni, il Marigolda se ne va? «Serve una nuova gara d’appalto»
Cronaca 06 Novembre 2018 ore 09:10

Il Gs Marigolda se ne va dopo decenni? Non è detto, ma si deve rifare la gara d’appalto. Il contratto per il centro “Vivere Insieme 2” è infatti in scadenza il primo dicembre e si è quindi reso necessario procedere a una proroga tecnica fino alla fine del campionato, a metà giugno. Martedì scorso il consigliere Sara Carrara ha presentato un’interrogazione in proposito. «Durante un incontro con i capigruppo, il sindaco Luisa Gamba ha comunicato a tutti ciò che da qualche tempo si vociferava fra i cittadini, e cioè le problematiche relative a un eventuale abbandono da parte del Gs Marigolda alla scadenza del contratto a fine anno. Sfortunatamente, la data in oggetto non coincide con il termine dei tornei e dei campionati attualmente in corso. Inoltre, pure la gestione del bar parrebbe, se non lo è già, in fase di abbandono da parte degli attuali gestori».

Quindi che succede? Che possibili scenari si prospettano per il futuro del centro “Vivere Insieme 2”? Per far luce su questo punto abbiamo chiesto al sindaco Luisa Gamba, che ha dato una risposta, definendo in modo chiaro anche i contorni più nebulosi della questione. «È successo che, con il nuovo codice degli appalti, sono cambiati i termini di legge. Avvicinandosi la scadenza della convenzione attuale con il Gs Marigolda, abbiamo verificato con un avvocato se fosse possibile procedere con una nuova convenzione. Siccome stiamo parlando di una realtà storica importante del nostro territorio, abbiamo verificato con un esperto che non ci fosse proprio alcuna possibilità di stipularne una nuova direttamente con loro. L’avvocato ci ha confermato che, purtroppo, questo non è possibile. Dobbiamo per forza fare un appalto, anche perché all’interno del centro sportivo c’è un bar ritenuto potenzialmente economicamente vantaggioso. Noi, come parte politica, possiamo prevedere che, tra le condizioni del bando, ce ne sia una che garantisca al Gs Marigolda di continuare a svolgere le proprie attività sportive, che sono principalmente calcio e tennis, all’interno del centro con tariffe super calmierate, e che non venga comunque cambiata la finalità per cui è nata quella struttura. Altra condizione…

 

Per leggere l’articolo completo rimandiamo a pagina 33 di BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 8 novembre. In versione digitale, qui.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli