Dalla fame all'irritabilità

8 segnali di stanchezza esagerata (Quando è il momento di riposare)

8 segnali di stanchezza esagerata (Quando è il momento di riposare)
24 Ottobre 2016 ore 06:40

È convinzione che la carenza di sonno si misuri solo sul quantitativo di sbadigli fatti durante il giorno o la sera dopocena, sul cadere tramortiti non appena si posa la testa sul cuscino o sull’addormentarsi guardando un film, al cinema o durante un viaggio in treno o in aereo. O ancora, se al mattino ci si alza affaticati con la voglia di mandare al diavolo la sveglia. Errore: perché ci sono almeno altri 8 segnali, inequivocabili, che dicono che il nostro corpo ha bisogno di Morfeo, per riposarsi, rigenerarsi e rispondere efficacemente alla richieste della quotidianità.

Cadere in letargo non è sempre un buon segno, né fa della persona un perfetto dormitore. Potrebbe invece essere il segnale che l’organismo ha necessità di più sonno. Perché il dormire, vale a dire il buon riposo, è un bisogno essenziale al pari del mangiare e del bere. Ma non solo: come gli esperti raccomandano per il vivere in salute, la pratica fisica per almeno 30 minuti al giorno, così suggeriscono anche il numero di ore giuste per un sano riposo: almeno 8 ore a notte. In mancanza delle quali, specie se perpetrate nel tempo, il corpo ne potrebbe risentire a tutti i livelli: fisici, mentali, psicologici e anche cellulari. Allora fai attenzione se:

 

1) Irritabilità

Sei impulsivo più del solito o non riesci a prendere decisioni semplici. Se i nervi sono tesi all’ennesima potenza e ti irriti per un nonnulla, litigando con il partner o con il capo, oppure se scegliere anche piccole cose riguardanti la quotidianità, come cosa indossare o che cosa imbastire per cena, crea problemi, non c’è dubbio: la corteccia cerebrale è assonnata. Sì, perché è lei che governa la nostra capacità di giudizio, controlla gli istinti e gli impulsi, promuove la concentrazione. Se non è perfettamente riposata, il processo mentale deputato a queste azioni rallenta e ne facciamo le spese in termini di comportamenti avventati e poco saggi, di cose fatte e dimenticate in quanto la memoria non ha tempo di consolidare adeguatamente i ricordi, anche emotivi, durante la notte, ma anche in fatto di irritabilità e sbalzi di umore. Non è un caso che i disturbi del sonno possano associarsi anche a quelli dell’umore.

 

2) Goffaggine

Ti senti goffo e impacciato. Questa sensazione non è sempre colpa dell’ambiente che ci circonda, incapace di metterci a nostro agio, bensì potrebbe essere proprio un deficit di riposo che induce il corpo a inciampare maldestramente anche in un sassolino, ovvero a diminuire la sua abilità motoria, rendendoci meno stabili sulle gambe o a sentirci più impacciati e insicuri mentre trasportiamo degli oggetti o ancora a essere meno veloci anche usando le tastiera di un computer o strumenti manuali di qualsiasi genere. Questo perché i messaggi trasmessi dal cervello ai muscoli, se si ha sonno, arrivano in ritardo o più lentamente.

 

3) Fame esagerata

Mangi a più non posso, o comunque non riesci a frenarti davanti a una scatola di cioccolatini e a un pacchetto di patatine, finendoli rapidamente. È colpa di due ormoni che, se affaticati, non funzionano bene: ovvero la leptina e la grelina. La prima, infatti, dice al corpo quando è il momento di smettere di mangiare dando sensazione di pienezza e la seconda invece stimola il senso di fame. Tuttavia questo equilibrio si rovescia se manca il risposo e accade così che la grelina aumenti, dando più voglia di mangiare, e che la leptina diminuisca, facendoci percepire un insaziabile buco allo stomaco.

 

4) Cagionevolezza

Ti ammali più facilmente, anche se non è il periodo dell’influenza. Colpa di un sistema immunitario affaticato che non fa efficacemente da barriera contro virus e batteri, venendo dunque più facilmente attaccato o al contrario facendo uno sforzo maggiore nel debellare i microbi. Due effetti che hanno come conseguenza un rischio maggiore di prendere malattie anche banali, come il raffreddore, e di metterci più tempo a guarire.

 

5) Problemi alla vista

Hai problemi alla vista, senza che questa sia peggiorata.  Anche gli occhi sono mossi dai muscoli e se questi non sono riposati, ne risente persino il visus che farà più fatica ad esempio a localizzare o a metter a fuoco gli oggetti.

 

6) Distrazione al volante

Sei distratto al volante. Anche un piccolo tamponamento, l’aumentato numero di incidenti in  un breve arco di tempo o la diminuzione della capacità reattiva di agire quando necessario con una brusca frenata, ad esempio, potrebbero essere un pericoloso incide di carenza di sonno. Da non sottovalutare, per non mettere a repentaglio la propria sicurezza e quella degli altri automobilisti e non.

 

7) Pelle più opaca

Hai la pelle più opaca del solito o è più imperfetta. Il buon sonno ritempra anche le cellule, occupandosi della loro salute: ovvero curandole e riparando piccoli danni cellulari. Se ciò non accade perché dormiamo poco, la pelle alla lunga potrebbe apparire più invecchiata, spenta, con un colorito diafano e con maggiori rughe e/o macchie cutanee.

 

8) Problemi sotto le lenzuola

Il sesso non è al top. La mancanza di sonno causa anche degli squilibri agli ormoni della libido, abbassando ad esempio il desiderio. In mancanza di situazioni di malattia, non servono medicine; tutto tornerà alla perfezione ritrovando il piacere del buon e giusto risposo!

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia