Menu
Cerca
L'annuncio del Cavaliere

A 50 anni dalla fondazione, la Gewiss cambia presidente: il testimone a Fabio Bosatelli

È il patron Domenico, con un messaggio rivolto ai dipendenti del gruppo, ad aver dato la notizia. Le parole sue, del figlio e del Ceo Paolo Cervini

A 50 anni dalla fondazione, la Gewiss cambia presidente: il testimone a Fabio Bosatelli
Cronaca 27 Novembre 2020 ore 14:44

Era il 1970 quando Domenico Bosatelli fondò la Gewiss, negli anni diventata una delle aziende di maggior successo non solo della Bergamasca, ma anche del palcoscenico nazionale e internazionale. Un'azienda che ha fatto della sperimentazione e dell'innovazione il suo tratto distintivo, fino ad arrivare alla progettazione di un intero quartiere della città di Bergamo (Chorus Life, in via di realizzazione). In occasione del cinquantesimo anniversario della sua "creatura", il Cavaliere del Lavoro Bosatelli ha inviato un messaggio a tutti i dipendenti della Gewiss. Lo riportiamo di seguito.

Domenico Bosatelli

 

«Rivolgo un affettuoso saluto a tutti, dalla Governance aziendale ai Manager, al Personale, ai Collaboratori, ai Clienti e ai Fornitori. Un ricordo doveroso anche a coloro che hanno vissuto la realtà Gewiss e che per varie ragioni non sono più con noi. Sono veramente dispiaciuto di non poterVi stringere la mano personalmente a causa della situazione che ci affligge e che speriamo tutti si risolva al più presto

50 anni. Gewiss è nata con l’avvento delle materie plastiche nel 1970 e mi ha permesso di sfogare il mio istinto di marketing creativo finalizzato a soddisfare i bisogni e le aspettative di mercato facendo da regia per lo sviluppo dei prodotti dalla progettazione all’industrializzazione, alla commercializzazione e relativa logistica con una vision di prospettiva. Ho operato sempre con determinazione, col piacere di soffrire per la ricerca delle soluzioni e gioire dei risultati ottenuti. Sono stati anni di intensa attività e di forti emozioni, rese possibili grazie a Collaboratori che hanno condiviso con me lo sviluppo delle idee. Abbiamo sviluppato oltre 20.000 articoli a catalogo, di cui 1.200 brevettati. Prodotti che hanno ottenuto un grande successo a livello internazionale e che proprio per questo sono stati spesso clonati dalla concorrenza.

Oggi la componentistica dell’impianto elettrico per oltre il 50% è rappresentata da prodotti Gewiss. Il nostro design e le nostre tecnologie industriali e soprattutto la capacità dei nostri Tecnici sono la garanzia della continuità dello sviluppo. Attualmente stiamo affrontando la nuova frontiera dell’impiantistica oltre la domotica con l’impianto digitale GSM (Modello di sistema globale). Questa nuova impiantistica digitale è in fase di installazione nel nuovo e innovativo progetto immobiliare Chorus Life che è per Gewiss un laboratorio di ricerca applicata.

I valori aziendali e sociali su cui si fonda Gewiss sono basati sul concetto di:

  • Fare azienda a beneficio di Collaboratori, Azionisti e Stato.
  • Sviluppo come costante della gestione.
  • Fare ogni cosa in ogni momento al meglio.

Questa filosofia, ampiamente condivisa dall’attuale Governance e dai Collaboratori, è la garanzia per il futuro sviluppo aziendale. Quando ho iniziato la mia carriera industriale con Gewiss, non avrei mai immaginato di arrivare alla soglia dei miei 90 anni essendone ancora al timone. Ora però è giunto il tempo di cedere il comando, nominando Presidente mio figlio Fabio che mi ha affiancato per oltre trent’anni condividendo principi, valori, obiettivi e metodologia di lavoro e che, grazie ai suoi meriti e agli ottimi rapporti con Management e Collaboratori, saprà assicurare un futuro di sviluppo e successi alla nostra Azienda.

Voglio rinnovare i miei ringraziamenti per l’attenzione a tutti Voi collegati ricordando il grande affetto che ho per Voi tutti e auguro a Voi e ai Vostri Cari ogni bene per il futuro».

4 foto Sfoglia la gallery

A raccogliere il testimone del patron Domenica, dunque, sarà il figlio Fabio, che potrà contare su Paolo Cervini, amministratore delegato e Ceo di Gewiss, e sul team di manager che compongono la leadership dell’azienda, supportati dagli oltre 1.500 dipendenti del Gruppo in sei Paesi del mondo.

«Sono cresciuto con Gewiss - commenta Fabio Bosatelli -, ci lavoro da più di trent'anni e ne condivido a pieno i principi imprenditoriali, l’etica, i valori e il metodo di lavoro votato all’innovazione e all’eccellenza. Accolgo questo importante incarico con orgoglio, senso responsabilità e con la ferma volontà di dare continuità alla nostra azienda. Sono contento di poter affrontare questo impegnativo percorso potendo contare su un gruppo unito di collaboratori che apprezzo molto per la determinazione dimostrata anche in questi difficili mesi, lavorando con tenacia e professionalità. Voglio essere il primo sostenitore dell’evoluzione di Gewiss: stiamo pensando ad un’azienda che sarà sempre più manageriale, internazionale, digitale e sostenibile. Questi traguardi saranno raggiungibili grazie alla positività e proattività di tutti: l’energia, l’entusiasmo, la convinzione e la passione di tutta la squadra Gewiss saranno fondamentali nei prossimi mesi e negli anni futuri, per raggiungere insieme gli obiettivi più ambiziosi».

L’impegno per lo sviluppo del Gruppo Gewiss è stato raccolto con altrettanta determinazione da Paolo Cervini, Amministratore delegato e Ceo: «Da poco più di un anno faccio parte del Gruppo Gewiss e posso dire che quello che stiamo vivendo oggi è la conferma di un percorso, volto a dare continuità e a garantire l’evoluzione di Gewiss. Abbiamo iniziato un progetto che si fonda sui pilastri fondamentali dell’azienda e si traduce in un percorso manageriale per diventare più internazionali, digitali e sostenibili. Voglio ringraziare il Cavaliere del Lavoro Domenico Bosatelli, e Fabio Bosatelli per la fiducia riposta in me e confermo la mia totale dedizione, passione, determinazione nel portare avanti il progetto che abbiamo iniziato insieme».