Nel Cremasco

Acqua color ruggine dai rubinetti: «Come facciamo a lavarci le mani?»

A chiederselo sono i pandinesi ma il sindaco assicura che è potabile

Acqua color ruggine dai rubinetti: «Come facciamo a lavarci le mani?»
12 Marzo 2020 ore 12:50

In tempo di emergenza anche i problemi che di solito rappresentano un semplice disagio diventano seri. Tra le regole base per contenere il contagio da Coronavirus c’è quella di lavarsi spesso le mani, ma da stamane, giovedì 12 marzo, a Pandino non è possibile farlo con tranquillità. «Ecco l’acqua di Pandino alle ore 10,20. Chi lava le mani, chi la usa per fare da mangiare ? Peggio del Covid-19», ha commentato qualcuno su Facebook. «Comprendiamo il problema – ha fatto sapere l’assessore ai Lavori pubblici Francesco Vanazzi – verificheremo se c’è qualche criticità all’acquedotto». Ne parla PrimaTreviglio.

L’aggiornamento. Le verifiche sono state effettuate e a darne conto è il sindaco Piergiacomo Bonaventi, che assicura che il problema si risolverà nel primo pomeriggio. «Si tratta di operazioni preliminari alla pulizia della rete che comincerà lunedì – ha spiegato – di norma si fanno in estate ma Padania Acque le ha anticipate per dinamiche del personale legate al proble ma Coronavirus. Ci sono dei residui in circolo ma l’acqua è potabile, anche se sembra aranciata. D’estate la cosa si nota meno perché la gente è per la maggior parte in vacanza e l’acqua, oltre che per gli usi domestici, viene utilizzata anche per bagnare i giardini. In ogni caso la situazione tornerà nella normalità entro le prime ore del pomeriggio».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia