Aveva 91 anni

Addio a Tommaso Iannotta, fondò l’Hotel Milano di Bratto ai piedi della Presolana

Un pioniere del turismo e dell’accoglienza: insieme alla moglie Maria Tomasoni aprì nel 1965 la storica struttura in Alta Valle. Cavaliere Ufficiale al merito della Repubblica, portò a Bratto il Torneo Internazionale di Scacchi

Addio a Tommaso Iannotta, fondò l’Hotel Milano di Bratto ai piedi della Presolana
Val Seriana, 16 Giugno 2020 ore 17:47

di Giambattista Gherardi

È stato fra i pionieri della ricettività alberghiera di alto livello in Bergamasca e in Alta Valle Seriana, artefice di un successo imprenditoriale da tutti ammirato. Si è spento all’età di 91 anni a Castione della Presolana Tommaso “Tommy” Iannotta, fondatore del celeberrimo Hotel Milano di Bratto.

Nato nel settembre 1928 a Sessa Aurunca (Caserta), era giunto in Val Seriana come militare di carriera, sottufficiale nel terzo corpo d’armata, impegnato in esercitazioni al poligono di tiro della Val di Tede nel 1955. Fu allora che a unirlo per sempre alla nostra terra fu l’incontro con Maria Tomasoni, figlia della titolare di un negozio di alimentari dove Tommaso faceva acquisti per i militari. Nel 1959 Maria divenne sua moglie, e per un paio d’anni i coniugi vissero a Milano. Il richiamo della Presolana ebbe presto la meglio, e i coniugi Iannotta decisero di aprire l’Hotel Milano nel 1965, senza alcuna esperienza pregressa, sulla spinta del boom economico che portava in Valle un numero sempre crescente di turisti.

Uno scorcio dell’Hotel Milano Alpen Resort & Spa a Bratto

In pochi anni quella iniziale struttura di quarta categoria con 24 camere, divenne un riferimento importante dell’accoglienza alberghiera. Tommaso Iannotta ricevette il “Nastro Verde d’Europa” per l’enogastronomia e il “Premio Europeo Leader del Turismo” nel 1975. Nel 1977 arrivò il titolo di Cavaliere della Repubblica Italiana con il Presidente Giovanni Leone, mentre nel 1986 quello di Ufficiale della Repubblica Italiana con il Presidente Francesco Cossiga. Nel 1996 Tommaso Iannotta aveva ricevuto la Medaglia d’Oro della Camera di Commercio di Bergamo.

Oltre a lavorare con passione e competenza alla propria struttura, Tommaso Iannotta fu fra coloro che per primi individuarono nell’associazione fra operatori una strada di crescita e sinergia. Insieme ad altri albergatori (Attilio Messa dell’Hotel Pineta, Angelo Tomasoni dell’Eurohotel, Silvano Messa dell’Hotel La Rosa e Possenti direttore dell’Hotel Presolana), fondò il Consorzio di Albergatori Cooraltur, di cui fu per anni presidente. Un’esperienza dalla quale (grazie alla collaborazione con il Circolo Mediolanum, di cui pure era animatore) nacque l’idea nel 1978 del Torneo Internazionale degli Scacchi di Bratto.

Nell’agosto 2018 a Tommaso Iannotta e Maria Tomasoni venne assegnata la Targa “Ilex Scarpellini – Amico dell’Anno” dall’Associazione Amici della Presolana. Nella motivazione il senso di una vita: «Per l’attenta, costante, preziosa valorizzazione dell’accoglienza nella Conca della Presolana. Per le intuizioni che hanno anticipato una visione innovativa del turismo, legato al territorio e alle sue tradizioni». Oggi l’Hotel Milano continua a essere struttura prestigiosa e d’avanguardia, nella quale continuano la tradizione di famiglia i figli di Tommaso: Casto, Roberto e Fabio. La camera ardente è stata allestita presso l’Hotel, i funerali saranno celebrati mercoledì 17 giugno alle 17.30 nella chiesa parrocchiale di Bratto.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia