la buona notizia

Al Papa Giovanni tredici neonati nati da mamme contagiate: sono tutti negativi

Al Papa Giovanni tredici neonati nati da mamme contagiate: sono tutti negativi
Bergamo, 04 Aprile 2020 ore 11:45

Prendendo in prestito le parole di Papa Francesco, ogni bambino nato al tempo del Coronavirus è un segno di grande speranza e le notizie che arrivano dall’ospedale Papa Giovanni XXIII ci rincuorano.

Come riporta L’Eco di Bergamo oggi (sabato 4 aprile), sono già 13 le neomamme positive al Covid-19 i cui neonati, invece, sono risultati negativi. Inoltre, stando ai risultati dei primi controlli effettuati a distanza di 15 giorni dalla nascita, nessuno di loro ha manifestato segni di aver contratto il virus dalla mamma. Numerose, infatti, sono state le future mamme spaventate di dover partorire in strutture sanitarie sommerse dall’emergenza sanitaria, con il timore di essere contagiate dal virus o di trasmetterlo al proprio figlio. L’ospedale di Bergamo invece, come spiega Giovanna Mangili, direttore della Patologia neonatale del Papa Giovanni, è un luogo sicuro sia durante la gestazione, sia per le future mamme che credono o sanno di aver contratto il virus e devono partorire.

I reparti in cui vengono curati i pazienti Covid sono differenziati dagli altri, così come le donne in gravidanza che presentano sintomi compatibili con la malattia hanno personale medico dedicato e percorsi differenziati. All’interno della struttura sanitaria è stato allestito un ambulatorio per i bambini nati da mamme positive e sui neonati sono due i test che vengono eseguiti a distanza di 15 e di 30 giorni dalla nascita. Le neomamme hanno anche potuto restare accanto ai loro figli e, con le dovute precauzioni e consigli medici, hanno potuto allattarli al seno. Le donne risultate positive al Coronavirus, naturalmente, sono tenute costantemente sotto osservazione medica in ospedale o a domicilio.

Infine, nel reparto di Patologia neonatale del Papa Giovanni sono curati anche i neonati che sono entrati in contatto con il morbo dopo la nascita. Anche per questi bimbi sono stati predisposti percorsi riservati e a oggi ne sono stati ricoverati 5. Le loro condizioni di salute sono buone e quattro sono già stati dimessi e affidati nuovamente alle cure delle mamme, venendo controllati periodicamente. Un’ulteriore conferma del fatto che pare che i bimbi abbiano una sintomatologia lieve nel caso in cui vengano contagiati dopo la nascita.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia