Menu
Cerca
si parte

Al via le prenotazioni del vaccino anti-Covid per gli over 80: ecco come fare

Le vaccinazioni vere e proprie inizieranno da giovedì 18 febbraio. Per le persone allettate l’adesione alla campagna vaccinale potrà anche essere manifestata al medico curante da un familiare o un assistente

Al via le prenotazioni del vaccino anti-Covid per gli over 80: ecco come fare
Cronaca 15 Febbraio 2021 ore 09:37

In Lombardia prende il via oggi, lunedì 15 febbraio, la possibilità per le persone ultraottantenni di prenotare la vaccinazione anti-Covid. Per aderire alla campagna vaccinale, come spiegato da Regione Lombardia, basterà rivolgersi al proprio medico di famiglia, alla farmacia di fiducia oppure collegandosi al portale dedicato vaccinazionicovid.servizirl.it. Le vaccinazioni vere e proprie, invece, inizieranno da giovedì 18 febbraio.

«Le persone con 80 anni e più che non possono uscire di casa – specifica una nota di Regione Lombardia -, perché allettate o in condizioni di grave infermità o invalidità potranno esprimere la volontà di aderire alla campagna vaccinale rivolgendosi al proprio medico di medicina generale, che resta il riferimento clinico e sanitario principale a cui rivolgersi. L’adesione potrà anche essere manifestata al medico curante da parte di un familiare o di un assistente della persona gravemente disabile che intenda vaccinarsi, purché munito di Tessera sanitaria del soggetto da vaccinare e un numero di cellulare o telefono fisso».

Per eventuali dubbi in merito alle vaccinazioni per gli over80 è possibile anche chiamare il numero verde regionale 800.89.45.45. Gli operatori forniranno utili informazioni sul sistema di raccolta delle adesioni vaccinali destinate agli anziani.

Gli anziani che per diverse ragioni non sono nelle condizioni di poter uscire di casa riceveranno il vaccino «direttamente al domicilio da parte del medico di medicina generale con il supporto dei volontari della Protezione Civile – conclude Regione Lombardia -, che assisteranno il professionista con veicoli attrezzati per il trasporto delle dosi vaccinali».