da lunedì 15 febbraio

Al via le unità mobili di quartiere: quattro agenti della Locale al servizio dei cittadini

Si inizia a Boccaleone. A rotazione le unità copriranno tutti i quartieri della città. Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 13 e dalle 13.30 alle 19. A disposizione anche un numero di telefono unico: 331.2683676

Al via le unità mobili di quartiere: quattro agenti della Locale al servizio dei cittadini
Cronaca Bergamo, 12 Febbraio 2021 ore 16:53

di Federico Rota

Presidieranno i quartieri e saranno a disposizione dei bergamaschi per raccogliere segnalazioni, eventuali denunce o più semplicemente fornire informazioni utili sulle normative in vigore e sui servizi al cittadino. Da lunedì (15 febbraio) faranno la loro comparsa in città le unità mobili di quartiere della Polizia Locale.

«Non si tratta né della vecchia figura del vigile né delle pattuglie di quartiere, bensì di una loro evoluzione – sottolinea il vicesindaco e assessore alla sicurezza Sergio Gandi -. Sarà un servizio strutturato, dinamico, pronto a muoversi in base alle criticità che di volta in volta emergeranno, ma dotato anche di una territorialità specifica. In questo modo garantiamo la presenza dell’ufficio del comando e della centrale operativa sul territorio. Vogliamo avvicinare ulteriormente l’amministrazione ai cittadini, dopo aver già decentrato i servizi anagrafici e sociali».

Il calendario

La prima unità mobile di quartiere sarà operativa, tanto per cominciare, da lunedì pomeriggio nel quartiere di Boccaleone: prima sul sagrato della chiesa in via Isabello, mentre dalle 16 in via Toltoj. Poi, secondo un calendario che per il momento è stato redatto fino al 2 aprile, ogni giorno si sposteranno in un quartiere diverso, anche in Città Alta. Le unità mobili saranno operative dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 13 e dalle 13.30 alle 19.

4 foto Sfoglia la gallery

«Alcune aree, in particolare quelle più delicate, vedranno una frequenza maggiore delle unità mobili, altre leggermente inferiore – spiega Sergio Gandi -. Abbiamo comunque cercato di mantenere un certo equilibrio sulla base delle problematiche che ci sono state segnalate in queste settimane».

Come si svolgerà il servizio

Ognuno di questi nuclei costituirà un punto di riferimento ben riconoscibile per la cittadinanza e sarà composto da quattro agenti in servizio e due veicoli. Due poliziotti resteranno in una zona centrale del quartiere dove i residenti transitano abitualmente, a bordo di una sorta di “ufficio mobile” a disposizione per qualsiasi richiesta. Gli altri due saranno di pattuglia a piedi, verificando le criticità e confrontandosi con cittadini ed esercenti. Sarà anche a disposizione un numero di telefono unico: 331.2683676.

«Le persone potranno andare dal personale presente in prossimità dell’unità mobile per chiedere informazioni – aggiunge la comandante Gabriella Messina – oppure chiedere numeri telefonici di riferimento o prenotare un servizio comunale. Ma anche fare segnalazioni e sporgere denuncia di smarrimento. Gli altri due agenti a piedi si recheranno nei parchi o nelle zone più sensibili e verificheranno con sopralluoghi gli esposti che nel frattempo sono arrivati al comando».

7 foto Sfoglia la gallery

«Questo servizio non toglie nulla agli altri che quotidianamente vengono garantiti – specifica il vicesindaco -. Si aggiunge alle presenze e alle pattuglie già attive sul territorio. Ci auguriamo, in futuro, di riuscire ad ampliare le unità mobili implementando le fila del corpo di polizia locale. L’auspicio è di arrivare ad 8 agenti dedicati al giorno».

«Questo nuovo percorso è possibile anche perché dopo una lunga attesa dovuta all’emergenza sanitaria in autunno abbiamo concluso le nuove assunzioni – conclude il vicesindaco Gandi -. Abbiamo personale aggiuntivo a disposizione che ci consente di iniziare a realizzare quello che è l’obiettivo centrale del nostro mandato in merito al tema della sicurezza».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli