Cronaca
Il filmato

Allarme sulle Orobie: il video dei lupi a fondo valle in Valchiavenna, vicino a strade e case

Immagini che destano preoccupazione tra gli abitanti. La Provincia di Sondrio ha confermato la presenza di questi animali

Cronaca 07 Marzo 2022 ore 15:19

Torna l’allarme lupi sulle Orobie. Più precisamente in Valchiavenna, ma non in alta montagna, bensì nella piana di Samolaco (provincia di Sondrio), nel tratto tra Giumello ed Era. Gli animali, come spiegano i colleghi di PrimaLaValtellina, sono anche stati filmati da alcuni automobilisti mentre attraversavano la provinciale Trivulzia, non lontano dalle poche abitazioni presenti nella zona.

Immagini che destano preoccupazione tra gli abitanti. La Provincia di Sondrio, interrogata dalla Comunità Montana, ha confermato la presenza di questi animali, ipotizzando che facciano parte del branco che, da tempo, è stato segnalato sui monti dell’Alto Lario.

La presenza dei lupi nella zona di Samolaco non sarebbe recentissima, alcune fototrappole avevano infatti segnalato la loro presenza in quota, nelle zone di Paiedo e Santa Teresa. È però la prima volta che gli animali si spingono così in basso, tanto da essere più volte immortalati, come dimostrano i tre video che stanno girando in questi giorni.

In effetti gli avvistamenti di questi ultimi giorni presentano alcune peculiarità sorprendenti, come spiega il Presidente dalla Comunità Montana, Davide Trussoni: «È senza dubbio strano che siano stati avvistati più volte nello stesso posto, visto che normalmente tendono a spostarsi. Se non altro, almeno per il momento, non sono segnalate predazioni».

La preoccupazione però c’è: «Non è il caso di fare allarmismi - continua Trussoni -, ma tanta attenzione sì, anche perché in quella zona sono presenti alcune abitazioni oltre a numerose infrastrutture come sentieri e piste ciclabili. Credo che il moltiplicarsi di questi animali debba portare a fare un ragionamento differente circa la loro gestione. Il lupo, infatti, non è più un animale in via di estinzione e quindi la sua gestione non può essere mantenuta come in quel caso. I “lupisti” dicono sempre che il lupo fa il lupo, io ribatto che, se il lupo fa il lupo, crea considerevoli problematiche alle persone e quindi sarebbe il caso di valutare una modifica dell’approccio con cui ci si interfaccia a questo animale».

Seguici sui nostri canali