L'ultimo gol dell'argentino

Anche i carrarmati piangono Guarda il video di saluto di Denis

Anche i carrarmati piangono Guarda il video di saluto di Denis
Cronaca 30 Gennaio 2016 ore 17:40

Nella serata di German Denis, l’Atalanta pareggia per 1-1 contro il Sassuolo e compie un altro passo in avanti nella rincorsa alla salvezza. Il terzo pareggio consecutivo della formazione nerazzurra matura grazie ai gol di Berardi e del Tanque, che saluta Bergamo con un rigore sbagliato ed una rete di destro da due passi sulla ribattuta di Consigli. La Dea non è ancora fuori dal periodo negativo, contro il Sassuolo il pareggio è giusto ma la bella e scintillante formazione orobica ammirata contro l’Inter resta una mosca bianca in questo inizio di 2016: dal Chievo in avanti, Reja ha un po’ perso il bandolo della matassa e la speranza è che si possa tornare presto alla vittoria per marciare spediti verso la salvezza. Discorsi che, stasera, lasciano spazio alla festa d’addio a German Denis.

Reja e il 3-5-2. Piccola sorpresa nelle formazioni ufficiali. Reja schiera la Dea ancora con il 3-5-2, nel giorno dell’addio di Denis il tecnico goriziano sceglie Conti al posto di Raimondi e Denis dal primo minuto, con Cigarini a rilevare Migliaccio nel 3-5-2 di partenza. Davanti a Sportiello conferma importante per Masiello, Toloi e Cherubin mentre Gomez è recuperato e i nuovi acquisti Diamanti, Gakpè, Borriello, Freuler e Djimsiti siedono tutti in panchina.

Il Sassuolo degli ex. Nel Sassuolo Di Francesco sceglie Antei e Longhi per Cannavaro e Peluso, l’attacco è formato da Falcinelli, Berardi e Defrel con Biondini, Duncan e Magnanelli a completare la linea di tre a protezione della difesa. Negli emiliani giornata da ex per Consigli, Biondini e lo stesso Peluso. Leggera foschia sul Comunale, al centro della Curva spazio deserto dove solitamente siedono gli ultras con voucher e da Sassuolo solo un centinaio di ospiti.

Si parte in un clima surreale. Il primo tempo si gioca in un clima quasi surreale. A parte qualche coro sporadico, il Comunale senza ultras a coordinare il tifo è spento e le uniche fiammate si registrano quando Denis insacca il gol del pareggio. Prima però c’è da registrare la bella partenza del Sassuolo: al 6’ Berardi si vede annullare un gol segnato da due passi. Il replay spiega: Falcinelli calcia verso la porta e Cigarini lo contrae, la palla arriva al numero 25 in orbita Juventus ma Gavillucci decide bene.

Denis subito attivo. Al 14’ primo squillo di Denis dalle parti di Consigli, su cross di Cigarini ottimo velo di Kurtic con il numero 19 nerazzurro che spara verso la porta del Sassuolo senza trovare il pertugio giusto. La gara è tutt’altro che coinvolgente: al 22’ Gomez viene fermato in fuorigioco lanciato a rete (decisione dubbia) e al 27’ il risultato si sblocca per il Sassuolo. Apertura di Magnanelli sulla destra per Vrsaljko, cross basso al centro con Cherubin che tocca un po’ maldestramente e permette a Berardi di segnare lo 0-1.

Subito il pari. Pochi minuti più tardi, i nerazzurri cercano di rispondere e grazie ad un rigore molto generoso arriva l’occasione più grande per il pareggio. Denis serve nello spazio Kurtic (31’), Antei è in anticipo netto sul numero 27 nerazzurro e su Consigli, che però travolge l’atalantino. Inizialmente Gavillucci non sembra voler assegnare il rigore, Rocchi invece è deciso e l’Atalanta si presenta dagli undici metri. Denis calcia male, Consigli respinge proprio sui piedi del numero 19 argentino che segna il 56esimo gol della sua carriera atalantina e corre ad abbracciare i figli a bordo campo.

8 foto Sfoglia la gallery

La gara si scalda. Il Sassuolo la prende male, al 33’ giallo a Berardi per un fallaccio su Conti. Nel finale di primo tempo grande giocata di Diamanti che al 37’ salta due avversari in bello stile e mette sulla testa di Denis il pallone del 2-1: stacco preciso, palla sul fondo. Si va così al riposo dopo un 45 minuti resi sussultanti dai due gol.

Succede poco nella ripresa. Nella ripresa la pioggia cala d’intensità, in campo non ci sono grandi emozioni e di occasioni degne di questo nome ne arrivano soltanto un paio. Al 59’ gran palla di Cigarini per Dramé, il corss dell’ex Chievo Verona arriva al centro con Denis che controlla e appoggia per il Ciga: conclusione secca sul primo palo e parata di Consigli ad evitare la rete nerazzurra.

12 foto Sfoglia la gallery

Finale neroverde. Il Sassuolo ci prova sempre con ripartenze in velocità, nel finale Borriello e Diamanti provano a costruire qualcosa nel cuore della difesa neroverde e gli ospiti per due volte si vedono stoppare proprio sul più bello da de Roon (84’) e Cigarini (86’). Ma il momento più importante di tutta la partita arriva al minuto 83’: Reja dalla panchina decide di inserire Borriello per Denis, tutto lo stadio saluta l’ormai ex bomber argentino e la festa che si scatena al fischio finale regala lacrime e grandi emozioni. Tutto il gruppo, staff compreso, accoglie Denis e i figli al centro del campo con la maglia numero 19 sulle spalle. A Bergamo si chiude l’epoca del Tanque.

8 foto Sfoglia la gallery

 

Atalanta – Sassuolo 1-1

Reti: 27’ Berardi (S), 32’ Denis (A)

Atalanta (3-5-2): Sportiello, Masiello, Toloi (23’ Diamanti), Cherubin, Conti, Kurtic (73’ Migliaccio), de Roon, Cigarini, Dramè, Gomez, Denis (83’ Borriello). All. Reja.

Sassuolo (4-3-3): Consigli, Vrsaljko, Antei, Acerbi, Longhi, Biondini, Magnanelli, Duncan, Berardi (90’ Politano), Falcinelli (72’ Trotta), Defrel (72’ Sansone). All. Di Francesco

Ammoniti: 25’ Conti(A), 32’ Consigli (S), 33’ Berardi (S), 66’ Defrel(S), 69’ Diamanti(A), 70’ Longhi(S)

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli