la svolta

Baby gang di Romano di Lombardia: due minorenni collocati in comunità

Si tratta di un 14enne residente in paese e di un 15enne di Bariano, trasferiti in due comunità nel bresciano e nel mantovano. La baby gang, che tiene in scacco il paese della Bassa da oltre un anno, si è resa protagonista di furti, risse, atti di vandalismo e tentate rapine

Baby gang di Romano di Lombardia: due minorenni collocati in comunità
Cronaca 12 Gennaio 2021 ore 12:13

Da oltre un anno una baby gang di Romano di Lombardia è protagonista non soltanto di atti di vandalismo, ma anche di veri e propri reati quali furti, danneggiamenti, aggressioni e rapine. Questa mattina (martedì 12 gennaio), a conclusione delle indagini avviate dai carabinieri di Romano e dalla polizia locale, due componenti della banda sono stati collocati in due diverse comunità nel bresciano e nel mantovano dai militari della compagnia di Treviglio: si tratta di un ragazzo di 14 anni, residente in paese, e di un quindicenne di Bariano.

In particolare, i due minorenni sono indagati insieme ad altri quattro complici, in fase di identificazione, per aver rubato 12 biciclette da un negozio di Romano di Lombardia dopo aver forzato la porta posteriore e infranto una finestra; un colpo messo a segno a più riprese una notte dello scorso ottobre. Inoltre, i due sono accusati di ricettazione e di aver rubato a una commerciante di Covo una bicicletta elettrica del valore di circa 2 mila euro, recuperata e restituita alla vittima dai carabinieri. Infine, la baby gang il 22 novembre ha tentato di sottrarre tre pizze d’asporto e rubare 200 euro in contanti a un pony-pizza di Romano di Lombardia. Nell’occasione gli indagati, grazie all’aiuto di un complice, dopo aver fornito un indirizzo falso e aver attirato in un’area appartata il pony pizza per farsi consegnare l’ordinazione, hanno cercato di sottrarli anche l’incasso delle consegne precedenti.

Nel corso della perquisizione eseguita all’interno del box dell’abitazione di uno dei due minori, i militari hanno trovato un televisore, una bicicletta e un monopattino elettrici dei quali il ragazzo non ha saputo giustificare la provenienza e che, per questa ragione, sono stati sequestrati. I minorenni sono anche indagati, sempre insieme a 4 ragazzi della stessa età, perché ritenuti gli autori di una serie aggressioni ai danni di altri coetanei, oltre che per ulteriori delitti contro il patrimonio. L’ultima scorreria della baby gang ha riguardato il danneggiamento e il furto di alcune palle e oggetti natalizi che addobbavano l’albero e il presepio allestiti in piazza Tadini.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità