Vittoria strameritata

Benvenuti al “Luis Muriel Show”

Benvenuti al “Luis Muriel Show”
27 Agosto 2019 ore 06:30

A noi dell’Atalanta, le cose facili, non piacciono. E allora andiamo in campo, sbandiamo, prendiamo due gol e dopo che i padroni di casa si sono sfogati mettiamo la freccia, sorpassiamo e ce ne andiamo. Gosens e Muriel sono i due protagonisti di serata, la Spal segna con Di Francesco e Petagna, ma il 3-2 finale è strameritato per una squadra che oltre alle tre reti può contare anche quattro autentici miracoli di Berisha (uno solo di Gollini) e una traversa alta di Zapata. Buona la prima per i nerazzurri, i due schiaffi sarebbe meglio non prenderli, ma se le reazioni poi sono queste li accettiamo volentieri.

 

 

Tutto confermato nelle scelte iniziali di Gasperini rispetto alle attese, il posto di Ilicic dal primo minuto lo prende Pasalic che inizia nella zona di Gomez mentre in difesa tocca subito a Djimsiti e Palomino con Masiello davanti a Gollini. Sulle corsie esterne il gioco è in mano a de Roon e Freuler, davanti il centravanti e Zapata contro una Spal che schiera un 3-5-2 molto accorto con Petagna terminale offensivo e Di Francesco guastatore tra le linee. L’inizio di partita è bloccato, ma alla prima infilata palla a terra la Spal sblocca il risultato. Dalla difesa l’azione si sviluppa in verticale su Di Francesco che porta fuori Djimsiti fino alla linea di centrocampo, Valoti raccoglie il suo assist con Masiello che presidia la zona, e sulla combinazione a terra è bravo Petagna a mettere nello spazio per Di Francesco che nel frattempo semina Djimsiti e va in porta superando Gollini.

 

 

L’Atalanta reagisce lentamente, al 21’ Zapata mette dentro un bel pallone che Pasalic manca di un soffio, ma è al 24’ che i nerazzurri vanno vicinissimi al gol del pareggio: Gomez serpeggia al limite, Vicari non riesce a stenderlo e dopo uno scambio con Freuler il numero 10 della Dea trova una grande risposta di Berisha in tuffo.

Tre minuti più tardi la Spal trova il raddoppio, Dos Santos al 27’ si prende gioco di Hateboer con alcune finte continuate e mette in mezzo un pallone che prima Di Francesco manca e poi Petagna insacca con la difesa dalla Dea in ritardo. Il doppio schiaffo sveglia i bergamaschi, al 34’ Hateboer mette in mezzo un pallone perfetto che Gosens insacca di testa in terzo tempo e nell’ultima parte del primo tempo i nerazzurri vanno vicinissimi al pari dopo aver rischiato il 3-1 di Valoti (miracolo di Gollini): al 40’ Zapata colpisce la parte alta della traversa, al 42’ Hateboer mette dentro per Freuler un bel pallone rasoterra che il numero 11 della Dea gira in porta trovando il secondo grande miracolo del portiere albanese. Il primo tempo si chiude dopo un minuto di recupero con la Dea che colleziona addirittura 8 angoli a 0 ma va al riposo sotto per 2-1.

 

 

In avvio di ripresa l’Atalanta cerca subito di alzare il baricentro, al 55’ Gasperini interviene dalla panchina con Muriel e Malinovskyi che sostituiscono Freuler e Masiello e da quel momento in avanti inizia il “Luis Muriel Show”. Al 62’ Berisha è costretto al terzo miracolo della sua serata, al 70’ il colombiano non lascia invece scampo al portiere albanese con un destro da trenta metri che muore nell’angolino lontano e fissa il 2-2. Al 76’ il colombiano manda al tiro Pasalic che trova ancora una volta la risposta prodigiosa di Berisha, ma non c’è nemmeno il tempo di disperarsi che lo stesso Muriel riceve da Gomez un pallone preciso e segna la personale doppietta facendo esplodere il settore ospiti.

Nel finale di gara lo stesso Muriel ruba palla e riparte trovando ancora Berisha a respingere, in pieno recupero al 92’ ci pensa a Floccari ad aggiornare il tabellino delle occasioni, ma fortunatamente il risultato non cambia più e il 3-2 regala alla Dea tre punti davvero importanti. Non siamo ancora al top, sbagliamo ancora troppo e nessuno deve montarsi la testa. Però a Ferrara è sbocciato un campione, si chiama Luis Muriel e ci regalerà grandissime soddisfazioni.

 

 

Spal-Atalanta 2-3

Reti: 6’ Di Francesco (S), 26’ Petagna (S), 34’ Gosens (A), 70’ e 76’ Muriel (A)

Spal (3-5-2): Berisha, Cionek, Vicari, Felipe, D’Alessandro (72’ Tomovic), Valoti (64’ Murgia), Missiroli, Kurtic, Dos Santos (78’ Floccari), Di Francesco, Petagna. All. Semplici.

Atalanta (3-4-1-2): Gollini, Djimsiti, Palomino, Masiello (55’ Muriel), Hateboer, de Roon, Freuler (55’ Muriel) Malinovskyi), Gosens, Pasalic, Gomez, Zapata (81’ Toloi). All. Gasperini

Arbitro: Manganiello di Pinerolo (Rocca e Muto; Baroni; Chiffi e Lo Cicero)

Ammoniti: 43’ de Roon (A), 60’ Valoti (S), 93’ Cionek (S)

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia