Il lutto

Bergamo piange e dà l’addio a Ermanno Cordani, il “papà” degli elettrodomestici in città

I funerali si sono tenuti questa mattina nella chiesa di San Colombano. Aveva 94 anni. Insieme al fratello Alfredo, diede il via all'attività in uno scantinato

Bergamo piange e dà l’addio a Ermanno Cordani, il “papà” degli elettrodomestici in città
Cronaca Bergamo, 16 Febbraio 2021 ore 17:45

Bergamo piange e dice addio a Ermanno Cordani, pioniere nell’industria degli elettrodomestici e del materiale elettrico. L’uomo, 94 anni, si è spento due giorni fa, il 14 febbraio. A dare l’annuncio i figli e la famiglia. I funerali si sono tenuti questa mattina, martedì 16 febbraio, nella chiesa parrocchiale di San Colombano in Valtesse.

«Ha iniziato da zero, e ha costruito un’azienda conosciutissima in tutta la Bergamasca. Papà era una figura di spessore, ma è sempre stata una persona semplice», ricordano i figli Elena, Livio e Gabriella. Aveva cominciato dal niente, Ermanno Cordani: scampato ai bombardamenti della Dalmine nel ’44, emigrò in Francia e poi si trasferì nella Svizzera tedesca con la moglie e compagna di una vita Luigina, che è stata al suo fianco in 65 anni di matrimonio.

Incominciò la sua attività a Bergamo con il fratello Alfredo in un piccolo scantinato. Assemblavano e vendevano lampadari, i pezzi li ordinavano e prendevano a Milano, il mezzo dell’azienda era una semplice Lambretta. Quando si entrò nel boom economico, i fratelli incominciarono a farsi conoscere e l’attività si espanse. Gli italiani passarono dai camini e dalle cucine a legna alla modernità, servivano stufe economiche e cucine a gas e i Cordani non si fecero aspettare nel soddisfare la richiesta. Gli affari andarono sempre meglio, lo spazio non bastava più e si aprì così la nuova grande sede in via dei Caniana.

Oggi l’azienda è gestita dalla figlia Elena, il marito e i suoi figli nella sede in via Fratelli Bandiera, che proprio quest’anno festeggia i trent’anni dall’inaugurazione. In molti hanno condiviso la notizia sui social, ricordando la sede dell’azienda come un punto di riferimento per la città.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli