violenza estrema

Blitz sotto casa della ex: la minaccia, la picchia e la accoltella. In carcere un 31enne

Il giovane, di origine peruviana, è accusato di atti persecutori e lesioni gravissime. La vittima, 22 anni, è ricoverata al Papa Giovanni: la coltellata ricevuta le ha lesionato i tendini della mano sinistra, ha il naso rotto e un ematoma alla testa 

Blitz sotto casa della ex: la minaccia, la picchia e la accoltella. In carcere un 31enne
Cronaca Bergamo, 08 Luglio 2021 ore 09:38

Non si era rassegnato alla fine della relazione. Perciò ha atteso l’ex fidanzata sotto casa, l’ha minacciata, obbligata a salire in automobile, accoltellata alla mano e picchiata. In carcere, accusato di atti persecutori e lesioni gravissime nei confronti dell’ex convivente, è finito un giovane peruviano di 31 anni, arrestato nella mattinata di martedì 6 luglio dalla squadra Mobile.

Non è la prima volta che il trentunenne si comporta in modo violento. A giugno, dopo aver saputo che l’ex fidanzata, 22 anni, di Bergamo, era in casa con amici, il giovane è entrato da una finestra e ha minacciato i presenti con un coltello, fuggendo solo dopo aver saputo che stava per arrivare la polizia.

Qualche giorno più tardi, alla Malpensata, ha preso a pugni un uomo in volto perché in compagnia dell’ex convivente. Scappando ha rischiato anche di investire la vittima dell’aggressione, a terra dolorante.

L’ultimo episodio di violenza è avvenuto nella notte tra domenica 4 e lunedì 5 luglio. La donna stava rientrando a casa dopo aver trascorso la serata in compagnia di amici, quando ha trovato il trentunenne ad aspettarla al portone. Raggiunto un parcheggio isolato, l’ha accoltellata alla mano e l’ha picchiata, prima di continuare le violenze anche nell’abitazione della giovane.

La ventiduenne è ricoverata all’ospedale Papa Giovanni XXIII, dove sarà operata. La prognosi è di quaranta giorni: la coltellata ricevuta le ha lesionato i tendini della mano sinistra, ha il naso rotto e un ematoma alla testa.