Allarme in paese

Cane aggredito sulla collina di Bagnatica da un animale selvatico, il sindaco: «Non andateci da soli»

I carabinieri forestali escludono si tratti di un lupo. Intanto il primo cittadino invita chi ha informazioni a contattare le autorità

Cane aggredito sulla collina di Bagnatica da un animale selvatico, il sindaco: «Non andateci da soli»
Pubblicato:
Aggiornato:

Allarme sulla collina di Bagnatica, dove lo scorso sabato 27 gennaio un cane di piccola-media taglia è stato aggredito da un animale, che però non si è ancora riusciti a identificare.

Principale sospettato: cane o cinghiale

Ad avvisare la popolazione è stato il sindaco Roberto Scarpellini, che ha spiegato come l'evento abbia fatto seguito ad episodi analoghi segnalati a Brusaporto nei mesi scorsi, dove a dicembre una cagnolina era stata afferrata e trascinata nel boschetto limitrofo.

«I carabinieri forestali della compagnia di Trescore Balneario, dai quali il proprietario del cane ha sporto denuncia del fatto e con cui sono in costante contatto, hanno escluso con altissima probabilità che l’animale aggressore sia un lupo - ha scritto il primo cittadino sulle pagine del Comune -. Le due ipotesi più accreditate sono, nell’ordine di probabilità, che si tratti di uno o più cani inselvatichiti oppure cinghiali».

Installate foto trappole

Per individuare il colpevole, con il supporto del comune di Brusaporto, sono anche state installate delle foto trappole nella zona dell'accaduto. «In questa fase - ha continuato Scarpellini - si consiglia alla popolazione di non frequentare la collina in solitaria, ma solo in compagnia, evitando di uscire dai sentieri tracciati fino a quando l’animale non sarà individuato e la situazione risolta».

Dal sindaco è poi arrivato l'invito, nel caso qualcuno avesse visto o fosse a conoscenza di fatti che c'entrino con quanto successo, a comunicarglielo oppure a segnalarlo direttamente alla stazione dei carabinieri di Trescore.

Commenti
Andrea72

Per Cècco Beppe: non fare caso a questi soggetti, mi ci sono imbattuto anch'io commentando la morte di quel giovane in Trentino ad opera di un orso. Sono dei fanatici esagitati. Purtroppo l'ideologia è una brutta bestia, ci impedisce di capire le ragioni altrui.

Matteo

Francesco Giuseppe se non per una stella, sarà per mano degli uomini la fine del pianeta, e colui che già una volta ti ha risposto che gli uomini andrebbero eliminati, beh, mi metto in coda anch'io. Vergognarsi comunque lei non deve mai, perché se è una persona perbene e dignitosa, non ruba e non arreca danno ambientale ha tutta la mia stima, a prescindere come la penso sul genere umano.

Mariano Giusti

Tutti a caccia di cinghiali col suv liberatosi dalla coda di pontesecco

Francesco Giuseppe

Poi qualcuno al mio post all'articolo del giovane con la macchina danneggiata per uni scontro con un cinghiale (solo danni per sua fortuna, ma chi li paga adesso?), che diceva di aprire la caccia a questi animali, che sono troppi e possono causare anche la nostra morte, come cinghiali, cervi, lupi e orsi, mi ha risposto che sono gli uomini a diver essere eliminati, non gli animali, e di vergognarmi... Con che coraggio ora?

Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali