Cronaca
entro primavera 2022

Cene e Gazzaniga saranno collegati da una nuova passerella ciclopedonale sul Serio

L'opera ha richiesto un investimento complessivo di 400mila euro. La Regione cofinanzierà progetto e realizzazione del ponte con un contributo di 200mila euro

Cene e Gazzaniga saranno collegati da una nuova passerella ciclopedonale sul Serio
Cronaca Val Seriana, 16 Luglio 2020 ore 12:55

Entro la primavera del 2022 i Comuni di Cene e Gazzaniga saranno collegati da una nuovissima passerella ciclopedonale che sovrasterà il fiume Serio. L’opera verrà cofinanziata da Regione Lombardia, che ha stanziato un contributo di 200mila euro per la progettazione e la realizzazione dell’infrastruttura.

«Il rifacimento del ponte ciclopedonale è necessario per assicurare la continuità della pista ciclabile della Val Seriana che attualmente si interrompe proprio in concomitanza col passaggio sul fiume Serio – spiega Claudia Maria Terzi, assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile -. Ricucire questa cesura è fondamentale per potenziare l'attrattività della ciclovia, che rappresenta una risorsa importante per l'intera valle sia dal punto di vista turistico-ambientale, sia economico. La ciclabile attira turisti e genera indotto, offrendo l'opportunità di conoscere bellezze paesaggistiche e storiche uniche nel loro genere. Accolgo positivamente anche la capacità dei vari enti di collaborare per raggiungere insieme questo obiettivo».

L’inizio dei lavori, stando al cronoprogramma di interventi, è previsto per la primavera del 2021 e il cantiere durerà un anno. L'intervento ha richiesto un investimento complessivo di 400mila euro, dei quali: 200mila a carico del bilancio regionale, 100mila a carico della Comunità Montana Valle Seriana e 100mila ripartiti equamente tra i comuni di Cene e Gazzaniga. «La pista ciclopedonale avrà un importante impatto sul turismo della valle – aggiunge l’assessore al Turismo Lara Magoni -. La possibilità di visitare luoghi e scorci suggestivi all'insegna della sostenibilità e in sicurezza permetterà a tutti di apprezzare un territorio che ha un notevole potenziale attrattivo».