Insolito via vai

Centro estetico abusivo a Gazzaniga: oltre 100 mila euro non dichiarati e 30 mila di Iva evasa

Denunciata dalla Polizia locale “Unione insieme sul Serio” per esercizio abusivo della professione una donna di origini ucraine in possesso della cittadinanza italiana. La donna riceverà una multa di circa 50 mila euro. Multata anche una cliente di Alzano

Centro estetico abusivo a Gazzaniga: oltre 100 mila euro non dichiarati e 30 mila di Iva evasa
Val Seriana, 13 Novembre 2020 ore 15:59

Nelle zone rosse i centri estetici, almeno sulla carta, dovrebbero essere chiusi, con i clienti costretti a rimandare a data da destinarsi i trattamenti di bellezza già prenotati. Una prospettiva di guadagno allettante per chi, in barba alle norme, ha deciso comunque di esercitare abusivamente la professione in casa. L’attività illecita è stata scoperta questa mattina (venerdì 13 novembre) a Gazzaniga dalla Polizia locale “Unione insieme sul Serio”, che ha denunciato per esercizio abusivo della professione una donna di origini ucraine in possesso della cittadinanza italiana.

La sedicente estetista è stata smascherata dagli agenti dell’unità operativa di Polizia amministrativa e della Radiomobile coordinati dal vicecomandante Masinari al termine di una serie di appostamenti, durante i quali gli agenti hanno notato un gran numero di persone che quotidianamente, nonostante le limitazioni imposte dall’ultimo Dpcm, entravano e uscivano dall’abitazione della donna. Movimenti che hanno fatto sorgere il dubbio che in quella casa si potesse svolgere un’attività imprenditoriale non dichiarata.

Dopo aver visto l’ennesimo cliente che usciva dall’abitazione, le forze dell’ordine sono entrate nell’appartamento, trovando un’intera stanza adibita a centro estetico, privo di ogni requisito professionale e sanitario, con tanto di lettino e strumenti per il rifacimento delle ciglia oltre ad un vero e proprio registro dei clienti. Secondo le testimonianze raccolte tra i clienti, ogni singolo trattamento veniva pagato circa 40 euro. Dalla documentazione raccolta si stima che la donna abbia guadagnato oltre 100 mila euro non dichiarati al fisco, ed evaso circa 30 mila euro di Iva.

L’ucraina è stata segnalata all’Agenzia delle Entrate, alla camera di commercio di Bergamo all’Ats e ufficio Cosap di Gazzaniga. Oltre ai risvolti penali, la sedicente estetista sarà multata anche una sanzione amministrativa di circa 50 mila euro. Ad essere multata, per violazione delle norme anti-Covid, è stata anche la cliente che, essendo residente ad Alzano Lombardo, ha lasciato il proprio comune di residenza senza un giustificato motivo.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia