Lo schianto

Chi era l’uomo morto a Bolgare nel frontale con un tir

Angelo Politi, ingegnere di Brusaporto, ha perso il controllo della sua auto sul rettilineo, forse per un malore. Aveva 60 anni

Chi era l’uomo morto a Bolgare nel frontale con un tir
17 Luglio 2020 ore 01:38

Era un manager di carriera nel mercato elettrico italiano, Angelo Politi, 60enne di Brusaporto. Ingegnere, è stato per 9 anni in Schneider Elctric e altri 15 alla Gewiss. Da 6 anni faceva il consulente commerciale, prima per Forever e poi per Ave. La mattina di giovedì 16 luglio alle 11.30, però, Politi, alla guida di un Opel Corsa a noleggio, ha invaso la corsia opposta – almeno così sembra da un prima ricostruzione – sul provinciale della Val Calepio, a Bolgare, direzione Bagnatica. Era sul rettilineo: forse alla base della manovra errata c’è un malore. Dall’altra parte arrivava un tir: non c’è stato nulla da fare.

Originario della Sicilia. Politi era originario della provincia di Caltanissetta. Lascia la compagna e i figli di 18 e 13 anni. A Brusaporto era molto conosciuto: aveva fatto volontariato in passato, sorvegliando l’attraversamento stradale sulle strisce dei bambini all’entrata e all’uscita dalla scuola. Nello stesso tratto di provinciale 91 bis, nel 2017, si era verificato un altro incidente mortale, il 7 maggio del 2017: Giampiero Calvi, 54 anni, di Bolgare, aveva perso la vita mentre stava andando a lavorare. Era al volante di una Lancia Y travolta da una Fiat 500 con all’interno tre ragazzi.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia