Una rassegna di bufale

Cinque notizie che non lo erano La tavoletta più antica di Omero

Cinque notizie che non lo erano La tavoletta più antica di Omero
01 Agosto 2019 ore 09:05

1. I nordafricani ricercati per l’omicidio del carabiniere a Roma

La dinamica dell’omicidio del carabiniere a Roma, ad alcuni giorni di distanza, non è ancora del tutto chiara, ma a poche ore dalla diffusione della notizia la confusione su media e social era quasi totale. In un primo momento sono stati indicati come presunti colpevoli quattro ragazzi nordafricani, che sarebbero stati arrestati dalla Polizia dopo una breve caccia all’uomo. Sui social c’è chi ha approfittato dell’attenzione mediatica su questa tragedia ed ha diffuso quelle che sono state presentate come le foto segnaletiche dei presunti assassini. In seguito, com’è ormai noto, è stato spiegato che per l’assassinio sono stati invece arrestati due giovani statunitensi ed è quindi stato chiaro per tutti che si trattasse di immagini che nulla avevano a che fare con la vicenda.

 

2. La legge modificata dal Pd per togliere i bambini alle famiglie

La forte richiesta di parlare del caso Bibbiano ha spinto televisioni e giornali a dedicare all’argomento molte trasmissioni e articoli, chiarendo anche le molte notizie false che gli stessi politici avevano contribuito a diffondere. I creatori di bufale hanno quindi dovuto inventare nuove “notizie” per continuare ad attirare l’attenzione dei lettori, come quella che attribuirebbe al Pd una modifica a una legge che servirebbe a togliere i bambini alle proprie famiglie. Come spiegato da Bufale.net, la proposta di legge, mai approvata, aveva in realtà l’obiettivo opposto, come spiegato nella relazione, ovvero permettere un rientro più rapido ai bambini allontanati dalle famiglie, in modo da ridurre al minimo il disagio psicologico e fisico dei minori.

 

3. L’ultimatum di Conte alla Lega

Lo scontro tra i due alleati di Governo è stato molto duro nelle ultime settimane, soprattutto in seguito all’avallo dato dal presidente del Consiglio alla continuazione dei lavori per la TAV Torino-Lione. Il vicepremier Salvini, sostenuto da un consenso molto ampio secondo i sondaggi, ha più volte alzato i toni, facendo pensare a un’imminente crisi di Governo. Sarebbe stata una di queste dichiarazioni a spingere proprio Giuseppe Conte a un vero e proprio ultimatum a Salvini, almeno secondo quanto scritto su alcuni blog. «Se la Lega vuole mollare i Cinque Stelle lo faccia – si legge – ma se ne pentirà». Si trattava però di una bufala, non esiste infatti traccia di queste dichiarazioni su nessun giornale o sito d’informazione né un comunicato da Palazzo Chigi.

 

4. La Lega rinegozia il suo debito con lo Stato da 49 a 18 milioni

La Lega è da tempo stata condannata a pagare allo stato 49 milioni di euro in seguito a una inchiesta sui rimborsi illeciti; il pagamento è stato dilazionato in oltre 70 anni senza l’aggiunta di interessi. Secondo qualcuno però, oltre a questa vantaggiosa rateizzazione, la Lega sarebbe riuscita anche a contrattare in maniera sostanziosa la cifra, passando da 49 a 18,5 milioni di euro di debito. La cifra compare nel bilancio 2018 del partito, ma non si tratta di uno sconto, bensì di una “attualizzazione del debito”, some spiegato su Il Post. Non essendo previsti interessi infatti, la cifra di 49 milioni è stata adattata all’inflazione prevista per i prossimi anni e convertita in un valore più vicino a quello che avrà nei prossimi 70 anni.

 

5. Scoperta la più antica tavoletta con i versi dell’Odissea

Il Ministero della Cultura greco ha annunciato alcuni mesi fa il ritrovamento di una tavoletta in pietra contenente i versi dell’Odissea che risalirebbe almeno al III secolo a.C. Le autorità greche hanno dichiarato che se questa datazione fosse confermata, sarebbe il reperto scritto più antico mai scoperto dell’opera di Omero. La notizia era circolata in tutto il mondo quasi un anno fa e nel frattempo c’è stato chi ha cercato conferme, scoprendo che in realtà si trattava di una inesattezza: la più antica superficie dura con incise parti dell’Odissea fino a oggi ritrovata risale infatti al V secolo a.C., ben 200 anni prima.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia