Menu
Cerca
Disguido

Circa 11mila lettere per Babbo Natale (un’iniziativa bergamasca) non sono mai arrivate

Le poste finlandesi e quelle italiane si rimpallano la responsabilità, mentre la società Norama di Via Verdi lamenta il danno economico e di immagine

Circa 11mila lettere per Babbo Natale (un’iniziativa bergamasca) non sono mai arrivate
Cronaca 09 Gennaio 2021 ore 15:12

Letterine personalizzate con destinazione Rovaniemi, alla casa di Babbo Natale, in partenza da Bergamo. Una bella iniziativa quella organizzata dal 2001 dal tour operator Norama di via Verdi, Bergamo. Peccato che quest’anno qualcosa non sia andato a buon fine, come raccontato oggi dal Corriere della Sea Bergamo. Infatti, con la Befana addirittura già passata, in Lapponia l’80 per cento delle lettere (che in totale erano oltre 18mila) non è arrivato.

Come funziona. Rivenditori in tutta Italia raccolgono (a 8,50 euro l’uno) i testi da inviare in Finlandia, da dove vengono poi rispediti in Italia come letterine personalizzate di Santa Claus. Ne sono state vendute 14mila, ma solo il 20% è stato consegnato. Le poste si rimpallano la responsabilità: quelle finlandesi sostengono che siano arrivate a Milano fra il 17 e il 18 dicembre, Poste Italiane precisa che «la corrispondenza in questione è giunta in ritardo in Italia, solo nella giornata del 7 gennaio, è in lavorazione al Centro di recapito di Peschiera Borromeo e verrà consegnata nei tempi previsti per questa tipologia di prodotto». Marisa Impellizzeri di Norama ora deve risarcire tanta gente arrabbiata che non ha ricevuto la letterina: un danno economico di 200mila euro, e di immagine anche di più.