Le operazioni

Come funziona il controllo coi droni: un pomeriggio coi carabinieri in Val Seriana

Siamo stati al seguito delle forze dell'ordine durante una delle operazioni di controllo del territorio. Monitorate le aree tra Fiorano al Serio e Ponte Nossa

Come funziona il controllo coi droni: un pomeriggio coi carabinieri in Val Seriana
Val Seriana, 23 Aprile 2020 ore 10:58

di Dino Ubiali

Una bella giornata di sole, dopo la pioggia dei giorni scorsi, poteva essere un buona scusa per fare due passi. Ma la sorpresa, durante l’operazione di controllo del territorio in Val Seriana con droni da parte dei Carabinieri della compagnia di Clusone coordinata dal capitano Daniele Falcucci, coadiuvati da alcuni militari e la supervisione del comandante provinciale colonnello Storoni, ha rivelato il comportamento corretto dei bergamaschi: stiamo a casa. Nessuna persona, durante i controlli effettuati ieri (22 aprile), intercettata nei punti di controllo.

Scenario della operazione sono state la ciclabile e l’area lungo il Serio che va da Ponte Nossa e scende fino a Bergamo. Il supporto tecnico è stato assicurato dalla Protezione civile Nord-Ovest, il cui presidente Francesco Diana, purtroppo positivo e ricoverato in ospedale, non ha potuto essere presente. Il team sul posto è stato coordinato da Sebastiano Paravisi, del Comune di Ponte San Pietro, e Christian Bonomi. Alla guida dei drone c’era Riccardo Nava, alla supervisione del panello di controllo per il supporto informatico Gianluca Gamba, entrambi di Mozzo.

22 foto Sfoglia la gallery

Prima di ogni tappa, il team fa un briefing per definire il perimetro di controllo per poi dare istruzioni ai militari sul campo. La perlustrazione con i droni è partita dal comune di Fiorano al Serio, nella zona lungo il fiume in località Baia del Re. Appena il drone aggancia runner o persone in passeggiata lungo la ciclabile che costeggia il fiume serio, una pattuglia in abiti civili prende le coordinate gps e si porta sul posto per effettuare il controllo: riconoscimento personale e autocertificazione. Successivamente, il team si è trasferito a Cene, con centro di controllo nella zona del cimitero, per la verifica dei percorsi lungo il fiume prospicienti. Anche qui, per fortuna, nessun avvistamento. Ultima tappa Ponte Nossa, per la verifica delle ciclabili e del famoso “Coston Beach”, celebrato anche dal Bepi in una delle sue canzoni. Anche qui nessuno in vista.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia