Report di venerdì 17 aprile

Come sta andando la pandemia di Coronavirus nel mondo

Come sta andando la pandemia di Coronavirus nel mondo
17 Aprile 2020 ore 20:01

Venerdì 17 aprile 2020

di Martino Ongis e Michele Venturini

WORLD. Il numero di casi mondiali ha superato i 2.2 milioni, quello di persone che si sono riprese dal virus i 550 mila. Il World Food Programme annuncia che almeno 30 milioni di persone potrebbero morire di fame a causa delle conseguenze della pandemia. La Cina rivisita il numero di vittime di Wuhan, annunciando che il numero reale di decessi è 3.869 – un aumento del 50 per cento rispetto a quanto precedentemente riportato – e che sembra includere le vittime del virus morte nelle loro abitazioni private, e non solo negli ospedali della città. Ciononostante, la Cina nega di aver nascosto l’estensione reale del virus. Nuovi test condotti a Wuhan danno una notizia positiva e una notizia negativa: la notizia positiva è che la proporzione di persone con gli anticorpi per il nuovo Coronavirus è molto più alta del numero di casi confermati, dato che suggerisce che molte persone ne sono state infette senza realizzarlo, mentre quella negativa è che il numero di persone con gli anticorpi è ancora ben lontano dal rappresentare immunità di gregge: livelli sopra il 50 per cento della popolazione servono generalmente al virus per estinguersi, ma a quanto sarebbe emerso il rate di infezione nella città è lontano da quella percentuale. Sembra che un report dell’intelligence statunitense avesse avvertito la NATO e Israele del rischio di un’epidemia da Wuhan già a metà novembre dello scorso anno. Secondo un gruppo di scienziati britannici, il virus potrebbe circolare da settembre dello scorso anno. L’Irlanda annuncia di voler quadruplicare i suoi fondi all’OMS dopo che gli USA hanno annunciato l’intenzione di volerli sospendere. Messaggi di supporto all’organizzazione internazionale arrivano anche da India, Germania e Francia. Dalla Gran Bretagna l’annuncio: nessun ritorno al modo di fare business di prima con la Cina dopo la pandemia, mentre un gruppo di esperti chiede alla popolazione britannica di prepararsi ad almeno sei ondate di CV-19 nel prossimo anno. Il Giappone prevede che i decessi nel Paese possano arrivare a 420 mila se le misure di isolamento sociale non verranno seguite severamente, mentre l’80 per cento dei cittadini protesta per il fatto che le misure sono state introdotte dal governo troppo tardi. Nella peggior zona colpita dell’India, il Maharashtra, il 67 per cento dei pazienti positivi al Coronavirus non mostra sintomi. Intanto, un laboratorio del governo annuncia di aver identificato nuove mutazioni del virus. La Russia conferma 4.069 nuovi casi di Coronavirus nelle ultime 24 ore, portando il totale a circa 32 mila; il presidente Putin rinvia la parata in memoria della vittoria nella 2° Guerra Mondiale. Almeno 44 migranti deportati dagli USA al Guatemala sono stati testati positivi al Coronavirus. L’ex presidente brasiliano Lula annuncia che Bolsonaro sta portando il Brasile «al massacro» per la gestione della pandemia. L’attuale presidente ha licenziato il Ministro della Salute per la gestione della crisi, mentre il Paese registra 1.771 nuovi casi e 187 nuovi decessi (i casi confermati totali sono 30.683, i decessi 1.947). Singapore riporta 632 nuovi casi (la maggior parte lavoratori stranieri), portando il totale a 5.050. L’Indonesia riporta 407 nuovi casi e 24 nuovi decessi, portando i rispettivi totali confermati a 5.923 e 520. L’Iran riporta 1.499 nuovi casi e 89 nuovi decessi (i totali sono rispettivamente 79.494 e 4.958), il numero più basso registrato negli ultimi 25 giorni.

USA. Il numero di decessi riportati in una singola giornata ha raggiunto, ieri, un nuovo drammatico record: 4.591 in sole 24 ore. Almeno 9 mila gli operatori sanitari che hanno contratto il virus nel paese. Il direttore del Centro per il controllo e prevenzione delle malattie ha annunciato che un’altra ondata di Coronavirus è in arrivo. Le prescrizioni per i farmaci contro l’ansia sono aumentate del 34 per cento dall’inizio della pandemia. Secondo alcuni esperti, il 90 per cento dei decessi per Coronavirus sarebbe stato evitabile se le misure di quarantena fossero state introdotte prima. Il numero dei test deve duplicare o triplicare prima che il Paese possa «riaprire i battenti», secondo alcuni esperti. Uno studio in un rifugio per senzatetto a Boston – di cui vi abbiamo parlato ieri – ha rilasciato risultati che il Centro per il controllo e prevenzione delle malattie ha definito «sbalorditivi»: delle 397 persone testate, 146 sono risultate positive, e nessuna di queste aveva esibito sintomi. La Federal Drug Administration approva il primo test per CV-19 via saliva. La California annuncia che darà ai lavoratori nell’industria alimentare due settimane di ferie pagate. Secondo il governatore del Maryland, questo è il «peggior tempo possibile» per allentare le restrizioni imposte per contenere la pandemia. Il governatore del Wisconsin annuncia l’estensione dell’ordine di stare a casa fino al 26 maggio. A Detroit, più persone sono morte per il Coronavirus di quante non ne siano morte per omicidi negli ultimi due anni. Lo Stato di New York estende la chiusura almeno fino al 15 maggio, mentre riporta 8.505 nuovi casi e 606 nuovi decessi (portando il numero di casi totali a 222.284 e quello di decessi a 12.192), il numero più basso di decessi registrato negli ultimi 10 giorni. Tutti gli eventi non essenziali programmati per il mese di maggio sono stati cancellati a New York City. Alcune università hanno iniziato a considerare la possibilità di cancellare le classi di persona almeno fino al 2021. Una fattoria dell’Idaho dona 2 milioni di patate a causa del calo della domanda creata dal Coronavirus. Jeff Bezos annuncia l’intenzione di voler testare ogni dipendente di Amazon per CV-19.

EUROPA. Il presidente francese Macron parla della crisi imminente come un «momento della verità» per l’Unione Europea. Almeno 100 mila i cittadini dell’Unione sono bloccati all’estero e impossibilitati a tornare a casa al momento. Il Belgio è la nazione Europea con il maggior numero di morti in rapporto alla popolazione (445 decessi ogni milione di abitanti, superate le 5 mila vittime totali), seguito da Spagna (413) e Italia (367). Secondo il sindaco di Londra, l’utilizzo di maschere facciali dovrebbe essere «compulsivo» sui trasporti pubblici della città. La Gran Bretagna, nel frattempo, continua a registrare numeri drammatici, con 847 morti nelle ultime ventiquattr’ore solo negli ospedali. Si stima che almeno un terzo dei decessi causati da CV-19 nell’Irlanda del Nord sia avvenuto fuori dagli ospedali. La Germania annuncia che entro i suoi confini la pandemia è «tornata ad essere gestibile». La Spagna registra ancora un aumento nel numero dei decessi (585) e dei contagi (5.252), mentre secondo gli esperti le scuole potrebbero riaprire a settembre. A Minorca, nessun paziente di Coronavirus è stato ricoverato in terapia intensiva negli ultimi undici giorni. In Svezia, il numero di casi confermati ha raggiunto i 13.126 (586 nuovi) e quello dei decessi 1.400 (67 nuovi). I bambini in Danimarca tornano a scuola dopo la chiusura. Il presidente della Regione Campania De Luca si è detto pronto a chiudere i confini della Regione per proteggerla da contagi di ritorno al CV-19. Il governatore del Lazio Zingaretti ha firmato un’ordinanza che prevede l’obbligo per gli over 65 di sottoporsi alla vaccinazione antinfluenzale e antipneumococcica. Secondo il rapporto epidemiologico dell’Istituto Superiore di Sanità in Italia sono ormai quasi ben 17 mila gli operatori sanitari contagiati, il 43 per cento dei quali infermieri. Sono 129 i medici deceduti nella penisola a causa del CV-19. Secondo il presidente dell’ISS, il 90 per cento della popolazione italiana non è venuta a contatto con il virus, dato che suggerisce che l’immunità di gregge è ancora molto molto lontana. L’Istituto Nazionale di Statistica rivela che a Bergamo nel mese di marzo e per i primi quattro giorni di aprile i morti sono quintuplicati: da una media di 141 casi nel 2015-2019 a 729 nel 2020. A Brescia, nello stesso periodo, sono passati da 212 a 638, il triplo.

ECONOMIA. L’economia cinese si riduce del 6.8 per cento nel primo trimestre del 2020, prima volta che il Paese registra una riduzione dalla Rivoluzione Culturale del 1976. Il prezzo del petrolio grezzo è sceso a 17,8 dollari al barile, il più basso in 18 anni. Il primo ministro Giapponese Abe annuncia che darà l’equivalente di circa 850 euro a ogni cittadino giapponese. Secondo l’Associazione di Costruttori Europei Acea, il mercato delle auto è totalmente crollato in Europa, con un -55 per cento a marzo, con punte di meno 85,4 per cento in Italia. Un’azienda nel Regno Unito spera di produrre test di massa per gli anticorpi a CV-19 al prezzo di 1.20 dollari l’uno. USA: i numeri per le richieste di disoccupazione nell’ultimo mese si possono paragonare solo a quelli della Grande Depressione, mentre un gruppo di ricercatori della Columbia University annuncia che il tasso di povertà potrebbe raggiungere i livelli più alti da cinquant’anni a questa parte. Secondo il direttore del Center for Economic and Policy Research, [l’impatto economico della pandemia] «è il colpo più significativo che l’economia abbia mai ricevuto». Le richieste di disoccupazione indicano che almeno 9.2 milioni di persone hanno perso l’assicurazione sanitaria. La Gates Foundation dona altri 150 milioni di dollari alla lotta globale contro il Coronavirus. Facebook annuncia che cancellerà tutti gli eventi pubblici con tante persone almeno fino a giugno 2021, e che i suoi dipendenti potranno lavorare da casa durante l’estate.

VARIE. Un medico francese intervistato su Repubblica, sul possibile rischio di reinfezione: «Questo virus è davvero particolare. Ci siamo accorti che la durata di vita degli anticorpi protettori contro il Covid-19 è molto breve. E osserviamo sempre più casi di recidiva in persone che hanno già avuto una prima infezione». Secondo alcuni dati preliminari, l’asma non si registra tra le precondizioni che causano un’infezione grave. L’azienda americana Gilead ha annunciato che un farmaco di sua produzione, Remdesivir, sta dando risultati promettenti nella lotta a CV-19. Un professore di Oxford ha annunciato che un primo vaccino potrebbe già essere pronto a settembre. Patrice Faure, prefetto francese del Morbihan, ha vietato la vendita di alcolici d’asporto per prevenire la violenza domestica. Google annuncia che sta bloccando 18 milioni di email al giorno che diffondono disinformazione sul Coronavirus. La Ford testa dei braccialetti con vibrazione per aiutare i suoi lavoratori a mantenere le distanze. Secondo l’Associazione Italiana Editori, durante la quarantena sono stati scaricati dagli studenti italiani oltre 2 milioni di e-book. I Pink Floyd annunciano che rilasceranno materiale inedito sulla loro piattaforma YouTube per i fan in quarantena.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia