Molta preoccupazione

Conad, «persone oltre le cose» E ai lavoratori di Curno chi pensa?

Conad, «persone oltre le cose» E ai lavoratori di Curno chi pensa?
31 Ottobre 2019 ore 07:00

Ancora tanti i nodi da sciogliere sul passaggio da Auchan a Conad. Le trattative sono in alto mare. «Il 30 ottobre (domani, ndr) ci sarà un incontro a Roma per discutere della vertenza Auchan – annuncia Giuseppe Errico, anche a nome dei colleghi Mario Colleoni e Nicholas Pezzè di Filcams Cgil di Bergamo, che seguono la vertenza -. Questo perché il tavolo sindacale si è ormai rotto in seguito al fatto che non ci sono state date alcun tipo di garanzie occupazionali né sull’organizzazione del lavoro, né tanto meno sulla tenuta delle relazioni sindacali. A questo punto riponiamo le speranze nell’incontro del 30 ottobre, perché abbiamo bisogno di risposte». Per supportarlo, è stato proclamato uno sciopero dei dipendenti Auchan e, sicuramente, ci sarà una manifestazione a Roma davanti al Ministero: «Non escludiamo anche iniziative territoriali, che noi come Filcams  stiamo ancora valutando».

Conad non si è presa nessun impegno formale nei confronti degli oltre 18 mila lavoratori coinvolti in tutta Italia, di cui circa 500 nella provincia di Bergamo, fra il supermercato di Curno e i punti vendita Sma di Bolgare e Romano di Lombardia. Per loro, la cessione dovrebbe concretizzarsi entro il primo trimestre del 2020. Il 30 settembre era stata presentata alla controparte una bozza di testo che ricomprendeva i temi cari al sindacato, ossia la tutela occupazionale, l’art. 18 e la sua applicazione anche…

 

Articolo completo a pagina 35 di BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 31 ottobre. In versione digitale, qui.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia