La moviola di Empoli-Atalanta

Toloi-Pucciarelli, era rigore? Si direbbe di no, per tre motivi

Toloi-Pucciarelli, era rigore? Si direbbe di no, per tre motivi
26 Settembre 2015 ore 09:42

Quinto appuntamento per la Moviola di Bergamo Post con una domanda che sorge spontanea: Empoli-Atalanta è stata condizionata da un errore del direttore di gara Gavillucci? Quel contatto tra Toloi e Pucciarelli era o non era da calcio di rigore? Rivedendo il match, ci sono almeno sei episodi che meritano di essere analizzati e sviscerati. Ed è giusto dire che, al Castellani, non è successo nulla di clamoroso, il rigore per l’Empoli poteva starci ma anche no, così come quello per l’Atalanta al 66esimo, quando Kurtic è finito a terra dopo un calcione di Zambelli.

 

1 – 3’ minuto, Mauricio Pinilla cade in area e chiede il calcio di rigore

La gara è appena iniziata, Maxi Moralez pesca nel corridoio Pinilla che si allarga sulla destra e incrocia la corsa di Mario Rui. L’attaccante cileno crolla a terra, i due giocatori passano molto vicini quando sono all’interno dell’area di rigore vicino allo spigolo alto, ma il replay mostra con chiarezza che Gavillucci ha fatto la scelta corretta: Pinilla inciampa da solo, c’è un fotogramma che mostra il ginocchio di Rui e il piede di Pinilla quasi a contatto ma l’attaccante nerazzurro in quel momento è già in caduta. Niente rigore.

 

2 – 31’ minuto, Toloi porta in vantaggio l’Atalanta su cross di Maxi Moralez

Sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina, Maxi scambia velocemente con Gomez arretrando di una decina di metri la posizione del pallone. In quel momento, con la difesa dell’Empoli che sale compatta, dalle retrovie, arriva il brasiliano Toloi che insacca senza marcatura. Le immagini evidenziano la posizione di off-side di Kurtic, ma la palla passa almeno un metro sopra la sua testa e la posizione dello sloveno (all’altezza del primo palo) non condiziona in alcun modo l’intervento del portiere Skorupski e dei difensori Costa e Tonelli. Gol regolare.

 

3 – 34’ minuto: cartellino giallo a Pinilla per un fallo a metà campo su Croce

Poco dopo il gol del vantaggio di Toloi, Pinilla perde palla in attacco e si lancia all’inseguimento di Croce che fugge sulla destra. Siamo ancora nella metà campo dell’Empoli, proprio davanti alla panchina di Gianaolo. Il cileno non prende il pallone e colpisce l’avversario sul piede d’appoggio. L’ammonizione di Gavillucci è corretta. L’attaccante nerazzurro ripete lo stesso errore di Reggio Emilia e le sue proteste sono superflue.

 

4 – 64’ minuto: brutta entrata di Saponara su Masiello

Attorno al 20’ della ripresa, il talento dell’Empoli Saponara viene imbeccato da Maccarone in percussione centrale e sulla sua strada sembrano non esserci più ostacoli. Il replay mostra però una diagonale perfetta di Andrea Masiello,che poi anticipa nettamente l’avversario. Saponara, nonostante si accorga di essere in ritardo, affonda ugualmente il tackle provocando un infortunio al terzino degli orobici. Forse un cartellino giallo sarebbe stato eccessivo ma in certi frangenti, con il giocatore che è in vantaggio, si potrebbe prestare maggiore attenzione ed evitare che qualcuno si faccia male.

 

5 – 66’ minuto: contatto molto dubbio in area tra Zambelli e Kurtic, poteva starci il calcio di rigore

Siamo esattamente alla metà del secondo tempo, l’Atalanta pressa l’Empoli in fase offensiva e una palla che sembrava persa viene recuperata da Gomez, che tocca verso Kurtic. Il centrocampista sloveno prende posizione, nel mettere a terra la gamba sinistra in difesa del pallone subisce un colpo alle spalle dallo stesso numero 3 toscano e finisce a terra. A velocità normale il contatto sembra non esserci, la moviola però mostra come il tocco ci sia e quindi poteva anche starci il calcio di rigore.

 

6 – 85’ minuto: contatto Toloi-Pucciarelli, l’Empoli invoca il rigore

Arriviamo all’ultimo episodio della partita, quello più discusso che ha fatto inviperire i supporters dell’Empoli. Lancio di Paredes per Pucciarelli, Toloi corre verso la porta nel tentativo di chiudere sull’avversario e dopo il controllo non perfetto dell’empolese i due vengono a contatto. A velocità normale, il rigore pare evidente, ma la moviola evidenza almeno tre dettagli a favore della decisione presa dall arbitro. Primo: Toloi non cambia mai la sua direzione di corsa, è Pucciarelli che gli taglia la strada dopo un errato controllo. Secondo: nel momento del contatto, i due sono uno di fianco all’altro e il contatto avviene di spalla. Terzo: la decisione viene presa da Gavillucci in collaborazione con giudice di porta e guardalinee, tutti vedono chiaramente quanto accade e decidono di non intervenire.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia