in provincia di Treviso

Contromano in autostrada, ubriaco, per 30 km: denunciato un 43enne della Bergamasca

L'uomo, di origine straniera, si stava spostando per ragioni di lavoro. Multato, la patente gli è stata revocata. Andrà a processo

Contromano in autostrada, ubriaco, per 30 km: denunciato un 43enne della Bergamasca
Cronaca 09 Luglio 2021 ore 15:25

Ha guidato contromano in autostrada, ubriaco, per circa 30 chilometri prima di essere fermato dalla polizia stradale. Fortunatamente, nessun automobilista è stato travolto dalla sua folle corsa.

Protagonista dell’episodio, raccontato dai colleghi di PrimaTreviso e avvenuto questa notte (venerdì 9 luglio) nel Trevigiano, un uomo di 43 anni di origine straniera, residente in provincia di Bergamo, che si era recato nel Bellunese per ragioni di lavoro a bordo della propria BMW.

Era circa l’1.30 quando gli automobilisti in viaggio lungo l'autostrada A27 hanno chiamato la sala operativa della polizia stradale per segnalare un veicolo contromano lungo la corsia di sorpasso, nel tratto compreso tra il casello di Conegliano e quello di Vittorio Veneto.

La pattuglia ha intercettato il quarantatreenne all'uscita della galleria denominata "Cave Ovest", grazie anche all'aiuto degli operai impegnati nella manutenzione stradale. Una corsa che avrebbe potuto finire in tragedia, visto che l’uomo aveva guidato lungo un percorso caratterizzato da diverse curve e tratti con scarsa visibilità.

Una volta fermato, l’uomo è stato sottoposto all’alcoltest e il suo tasso alcolemico è risultato essere ben oltre al limite consentito. L’automobilista è stato deferito all'autorità giudiziaria e dovrà affrontare un processo. Nel frattempo gli è stata revocata la patente di guida e dovrà pagare una multa salata, che va da un minimo di circa 4mila euro a un massimo di 11mila euro. La BMW è stata sottoposta a un fermo amministrativo di tre mesi.