la novità

“Crescere insieme nella pratica sportiva”, il progetto che fa andare a braccetto sport e formazione

L’iniziativa nasce dalla sinergia tra Chorus Volley – Bergamo Academy, società bergamasca nata per valorizzare la pallavolo e le sue giocatrici, e l'Università degli studi di Bergamo

“Crescere insieme nella pratica sportiva”, il progetto che fa andare a braccetto sport e formazione
Cronaca Bergamo, 18 Febbraio 2021 ore 17:22

Chi l’ha detto che un’atleta di alto livello sia obbligato a scegliere tra agonismo o preparazione scolastica. Da oggi la pratica sportiva e la crescita formativa e professionale hanno un alleato in più al loro fianco per andare a braccetto. Ha preso infatti il via il progetto “Crescere insieme nella pratica sportiva”, nato dalla sinergia tra Chorus Volley-Bergamo Academy, società bergamasca nata per valorizzare la pallavolo e le sue giocatrici, e l'Università degli Studi di Bergamo.

L’obiettivo dell’iniziativa è di coniugare sport, cultura e orientamento dei talenti sportivi. Una crescita tecnico-atletica, ma anche dal punto di vista della formazione della persona, con particolare attenzione ai valori dell’istruzione e dell’educazione.

3 foto Sfoglia la gallery

«Sport, istruzione, formazione: sono questi gli elementi che devono condurre le atlete alla costruzione di un progetto di vita con la consapevolezza che impegno, determinazione, logica e cuore sono le qualità che caratterizzano non solo un’atleta professionista, ma anche un membro attivo della società - spiega Gianpaolo Sana, presidente Chorus Volley-Bergamo Academy -. Da qui nasce l’idea di organizzare incontri con degli ambasciatori, ovvero personalità di particolare rilievo a livello locale e nazionale, con cui le nostre atlete possano confrontarsi».

La collaborazione con l’Università degli studi di Bergamo si concretizzerà con un primo ciclo di incontri con personalità del territorio, sulla base dei quali l’Ateneo svilupperà laboratori di approfondimento e orientamento rivolti alle 55 atlete della società sportiva. «L’Università degli studi di Bergamo è fortemente coinvolta in progettualità con il territorio bergamasco e di valorizzazione della pratica sportiva – aggiunge il rettore Remo Morzenti Pellegrini -. Ne è un esempio il nuovo corso di studi in Scienze Motorie e Sportive e, in generale, il programma Dual Career che permettere di combinare la propria carriera sportiva con lo studio, in modo flessibile».

Il ciclo di webinar, compatibilmente con lo sviluppo della situazione sanitaria, prenderà il via a maggio. Tra gli ambasciatori, provenienti sia dal mondo sportivo che da quello imprenditoriale, figurano: Domenico Bosatelli, cavaliere del lavoro presidente onorario di Chorus Volley-Bergamo Academy; Norma Gimondi, figlia del ciclista Felice Gimondi; Antonio Percassi, ex calciatore e attuale presidente dell'Atalanta Bergamasca Calcio; Remo Morzenti Pellegrini, magnifico rettore dell’Università degli studi di Bergamo; l’alpinista Simone Moro; Lara Magoni, ex sciatrice oggi assessore regionale al Turismo, Marketing Territoriale e Moda; la campionessa di snowboard cross Michela Moioli; Pierino Persico, cavaliere del lavoro e imprenditore; Mauro Bernardi, primo istruttore disabile di sci alpino; l’imprenditore Giuseppe Zanandrea.

All’incontro di presentazione, tenutosi nel Rettorato di via Salvecchio, hanno partecipato il rettore Remo Morzenti Pellegrini; l’assessore all’istruzione di Bergamo Loredana Poli; il presidente di Chorus Volley-Bergamo Academy Gianpaolo Sana; l’assessore regionale Lara Magoni; Antonio Borgogni, presidente del corso di laurea in Scienze motorie e sportive dell’Università degli studi di Bergamo.