l'infografica interattiva

Dal 9 al 15 giugno 174 contagi in Bergamasca, come a giugno 2020. I dati Comune per Comune

In sette giorni il totale dei nuovi positivi è calato del 35%. La Val Brembana è, da due settimane, quasi totalmente Covid-free

Dal 9 al 15 giugno 174 contagi in Bergamasca, come a giugno 2020. I dati Comune per Comune
Cronaca Bergamo, 16 Giugno 2021 ore 20:45

Sono 174 i contagi accertati a livello provinciale dall’Ats di Bergamo da mercoledì 9 a martedì 15 giugno, ossia 95 in meno rispetto alle positività conteggiate nel monitoraggio diffuso martedì scorso. Un calo settimanale pari al 35 per cento, maggiore rispetto a quello accertato in precedenza, che era stato pari al 25 per cento.

Numeri che confermano chiaramente, anche negli ultimi sette giorni, come la curva epidemiologica mantenga un andamento decrescente. «La terza ondata sembra volgere al termine -, si sbilanciano dagli uffici di via Galliccioli, pur mantenendo la dovuta prudenza -. I cluster territoriali recentemente emersi, ad esempio quelli in Valle Imagna, ci devono tuttavia far ricordare che il rischio di una possibile risalita della curva nel nostro territorio è sempre presente».

Si assottiglia ulteriormente anche la media giornaliera dei casi incidenti, scesa da 38 a 25 positivi al giorno, così come l’incidenza complessiva settimanale. Quest’ultimo indicatore a livello provinciale è particolarmente indicativo della frenata nella diffusione del contagio, essendo pari a 16 nuovi casi ogni 100 mila abitanti nel periodo in osservazione (la scorsa settimana era di 23 casi ogni 100 mila bergamaschi). «In senso temporale – sottolinea l’Ats -, siamo ritornati ai livelli di fine giugno 2020».

Inoltre, mantiene la sua crescita anche il totale dei Comuni bergamaschi con zero casi incidenti, passati da 152 a 163, ossia il 67 per cento degli enti locali. «La Valle Brembana si conferma di fatto, per la seconda settimana consecutiva, Covid-free – aggiungono dall’Agenzia di tutela della salute -, con l'unica eccezione di Sedrina, dove è stato registrato però soltanto un nuovo caso positivo al virus».

«Ulteriori elementi che contribuiscono a comporre un quadro epidemico sempre meno critico derivano dagli elevati livelli di copertura vaccinale che permettono di avvicinare la popolazione bergamasca ai livelli che definiscono la cosiddetta immunità di gregge – conclude l’Ats di Bergamo -. L'ultima valutazione di copertura complessiva sulle prime dosi evidenzia il raggiungimento del 69,7 per cento del target teorico (pari al 70 per cento ndr) della popolazione generale da coprire».