Fino alla doccia gelata all'89'

Dea battuta, ma solo ai punti

Dea battuta, ma solo ai punti
09 Febbraio 2015 ore 08:30

Una sconfitta incredibile. La Fiorentina batte l’Atalanta per 3-2 grazie ad un gol di Pasqual all’89’ e si prende 3 punti in classifica. La squadra di Colantuono deve mangiarsi le mani. Dopo il 2-2 di Boakye i nerazzurri non hanno saputo tenere in difesa nel finale di gara e la rete decisiva è arrivata con la retroguardia un poò ferma e l’esterno della squadra di casa solo davanti a Sportiello.

L’amarezza per la sconfitta sul filo di lana è enorme, le ingenuità su certi campi si pagano a caro prezzo e, anche se nel complesso la Dea avrebbe meritato molto di più, è innegabile che ci siano uomini che sono lontanissimi da uno stato di forma accettabile: Luca Cigarini e German Denis ancora una volta non convincono e a questo punto sarebbe meglio fare scelte diverse.

8 foto Sfoglia la gallery

Per l’Atalanta in maglia arancione (seconda volta dopo la trasferta in casa della Sampdoria della sesta giornata) le scelte di Colantuono sono dettate dall’infermeria: l’eroe di domenica scorsa Pinilla finisce in panchina per un problema al flessore, Biava siede al suo fianco per un pestone e dal primo minuto giocano Denis e Benalouane. Papu Gomez torna titolare dopo mesi, Masiello è alla prima dopo la lunga squalifica con Bellini che viene preferito a Del Grosso e Zappacosta ad Emanuelson.

Montella è costretto a mandare in panchina Pizarro e Aquilani, dal primo minuto giocano Mati Fernandez e Badelij mentre in difesa c’è Basanta con Tomovic e Savic. Il terreno di gioco sembra perfetto ma si alzano subito, durante il riscaldamento, zolle preoccupanti: la giornata al Franchi è splendida, ma quel settore ospiti ancora una volta deserto è desolante.

La prima frazione di gioco dei nerazzurri è spettacolare. Dopo nemmeno 3’ minuti Masiello mette al centro un bel pallone per Maxi che gira sul fondo, al 6’ l’estremo difensore della Fiorentina Tatarusanu rilancia malamente addosso a Zappacosta ma l’esterno di Sora viene rimpallato da Savic e la grande occasione sfuma. La partenza dei bergamaschi è ottima, il vantaggio sembra nell’aria e infatti lo 0-0 si sblocca subito.

Papu Gomez al 9’ è bravo a rientrare sul destro da posizione di esterno sinistro, la pennellata al centro è millimetrica e trova la zuccata di Zappacosta sul secondo palo che fissa il vantaggio esterno. Con la Fiorentina in bambola, l’Atalanta avrebbe anche la grandissima occasione per il raddoppio ma Denis viene fermato per un fuorigioco inesistente al 12’: Pasqual teneva in gioco l’argentino, il pallone era arrivato poi a Maxi che dal limite dell’area piccola aveva la porta spalancata davanti.

Al 14’ ancora Papu Gomez impegna Tatarusanu, i padroni di casa non riescono a costruire nulla, ma trovano ugualmente il pareggio grazie ad un colpo di testa di Basanta (18’) che sfugge alla marcatura di Masiello ed insacca nell’angolino il cross di Mati Fernandez. La Fiorentina sembra ritrovarsi, ma è la Dea ad avere altre ottime occasioni: al 24’ Papu Gomez non riesce a servire al centro Denis in un contropiede due contro uno, lo stesso numero 10 viene azzoppato da Mati Fernandez al 32’ (manca un giallo al viola) e al 34’ è ancora Papu Gomez a calciare sul fondo.

In chiusura di tempo Basanta sfiora l’incredibile vantaggio per i padroni di casa ma la sua mezza rovesciata finisce alta (43’) e l’Atalanta, pochi secondi dopo, impegna ancora Tatarusanu con il destro di Zappacosta ma l’ultima occasione della prima frazione è di Maxi Moralez che di testa mette di poco a lato un calcio d’angolo dell’onnipresente Papu Gomez.

12 foto Sfoglia la gallery

Montella nella ripresa cambia qualcosa e passa al 4-3-3, la Dea fatica a riproporsi con la stessa veemenza della prima frazione di gioco e, dopo un paio di contropiedi ben orchestrati da Maxi e Papu Gomez, inizia lo show di Diamanti che per ben 3 volte chiama in causa Sportiello di sinistro (49’, 50’ e  67’). L’Atalanta al 55’ costruisce una buona azione con Maxi che serve Denis ma il momento è buono per la Fiorentina che al 61’ sfiora la rete con Mario Gomez: Stendardo è perfetto e di spalla mette sul fondo.

Sui calci piazzati la Dea fatica, la manovra viola è pericolosa e al 64’ ci vuole ancora Stendardo a salvare in spaccata; in area di rigore al 72’ succede qualcosa di brutto, Basanta rifila una gomitata a Masiello ma Tommasi non vede nulla, la Fiorentina al 76’ passa in vantaggio grazie ad un’ottima giocata di Diamanti che con una finta supera Del Grosso e Cigarini (il numero 21, di testa, aveva servito proprio l’ex Bologna) e piazza il sinistro sul palo lontano.

La squadra bergamasca ha il grandissimo merito di non abbattersi. All’83’ Pinilla lavora un bel pallone in area e serve Zappacosta che mette al centro un super cross rasoterra: sul secondo palo Boakye è bravo a farsi trovare pronto e a insaccare il 2-2. All’87’ la Dea ha pure l’occasione per fare il colpaccio, Masiello trova Pinilla sul secondo palo, ma il colpo di testa è impreciso e, quando tutti assaporavano già il punto, ecco la beffa targata Pasqual. Cigarini in area di rigore è troppo molle su Mati Fernandez, il cross trova Pasqual solo davanti a Sportiello in posizione regolare (lo tiene in gioco proprio Cigarini) e la beffa è servita.

Dopo 4 minuti di recupero i nerazzurri escono senza punti, ma con tantissimi rimpianti, la miglior prestazione esterna della stagione non porta alcun risultato apprezzabile, ma bisogna obbligatoriamente partire dall’ottima prova corale e prepararsi senza paura al prossimo impegno con l’Inter.

Fiorentina – Atalanta 3-2

Reti: 9’ Zappacosta (A), 18’ Basanta(F), 76’ Diamanti(F), 83’ Boakye(A), Pasqual (89’)

Fiorentina (3-5-2): Tatarusanu; Basanta, Savic, Tomovic; Joaquim (64’ Salah), Mati Fernandez, Badelj, Borja Valero (57’ Pizarro), Pasqual; Diamanti (81’ Rosi), Mario Gomez. All. Montella

Atalanta (4-4-1-1): Sportiello; Masiello, Benalouane, Stendardo, Bellini (59’ Del Grosso); Zappacosta, Cigarini, Carmona, Papu Gomez (80’ Boakye); Maxi Moralez; Denis (64’ Pinilla). All. Colantuono

Ammoniti: Bellini (A), Mario Gomez(F)

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia