Menu
Cerca
terzo lotto di riqualificazione

Demolita la vecchia piscina di Seriate, al suo posto un solarium per ampliare il parco estivo

Per la riqualificazione di tutto l'impianto sono stati investiti 4,8 milioni di euro, di cui 2 erogati dal Comune. I lavori di demolizione dureranno fino alla fine di marzo. Contemporaneamente, l'amministrazione è al lavoro per riqualificare l'area esterna adiacente alla piscina

Demolita la vecchia piscina di Seriate, al suo posto un solarium per ampliare il parco estivo
Cronaca Seriate, 09 Marzo 2021 ore 17:25

Con il passare dei giorni cambia sempre più il volto della piscina comunale di Seriate. La scorsa settimana è infatti partito il terzo lotto di lavori di riqualificazione del centro natatorio “Aquamore”, che prevede la demolizione del vecchio edificio comprendente la hall d’ingresso, gli spogliatoi e le due vasche. Un intervento che durerà fino alla fine di marzo, prima di procedere alla realizzazione dei nuovi prato e solarium esterni. I nuovi spazi amplieranno il parco estivo, dotato di giochi acquatici e vasche esterne, che al momento si sviluppa su una superficie di 600 metri quadrati.

«La ristrutturazione, che oggi arriva al suo tassello conclusivo, è stata possibile anche grazie alla buona intesa con l’amministrazione comunale – commenta il gestore Matteo Melzi -. L’apertura dell’area verde attrezzata è prevista per giugno, normative permettendo. Nell’attuale stagione sportiva, che parte a settembre e finisce ad agosto, siamo già al quinto mese di chiusura sui sette trascorsi. Nel momento in cui avremo il via libera, in una settimana saremo pronti a riprendere le attività nella nuova piscina coperta. Inaugurata lo scorso settembre, ha avuto un andamento positivo registrando 1.200 iscritti ai diversi corsi o nuoto libero».

2 foto Sfoglia la gallery

L’intervento di riqualificazione urbana all’esterno della piscina

In contemporanea con il terzo lotto, il Comune è al lavoro per completare la riqualificazione urbana dell’area esterna alla piscina. Nello specifico questo cantiere, del valore di 250 mila euro, prevede la realizzazione di una nuova fermata dell’autobus, con l’aggiunta di una dedicata ai bambini che seguono i corsi di nuoto, e parcheggi in continuità con il marciapiede. L’edicola sarà spostata in modo che sia più accessibile e l’area pedonale sarà collegata alla pista ciclabile. Inoltre, saranno realizzati due nuovi attraversamenti pedonali, rifatto l’asfalto, posata nuova segnaletica e alberi ornamentali.

«Nonostante sia un cantiere complesso, la piscina non ha mai interrotto la propria attività, se non per la chiusura dettata dalle norme anti-Covid – sottolinea il sindaco Cristian Vezzoli -. Vedere demolire la vasca esterna, tanto usata la scorsa estate, è un colpo d’occhio impressionante. La piscina si sta ridisegnando per essere nel prossimo futuro ancora più accogliente. Ci aspettiamo che venga usata molto, come è sempre stato, e che l’affluenza possa accrescere».

Alcuni numeri della ristrutturazione dell’impianto

Il rifacimento dell’area esterna della piscina, di circa 2.700 metri quadrati, si somma alla realizzazione dell’ala coperta del centro Acquamore Seriate, inaugurata a settembre: oltre 2 mila metri quadrati dotati di una vasca da 25 metri, dalle 6 alle 8 corsie, cui si aggiunge una vasca didattica delle dimensioni 12×6 metri e una per il fitness. Ad accogliere i nuotatori e le loro famiglie una hall con vetrate affacciate sulle nuove vasche, dotata di bar e zona ristoro con dieci tavoli, per un totale di 40 posti a sedere.

Un investimento pari a 4,8 milioni di euro, di cui 2 milioni erogati dall’amministrazione comunale, a cura del gestore, l’associazione temporanea di scopo formata da A&T Europe spa di Castiglione, Italimpresa srl di Malonno, Pederzani Impianti srl di Castel Goffredo e Partecipazioni & Gestioni srl di Castiglione, che si è aggiudicata la concessione trentennale dell’impianto.

«L’Amministrazione comunale ha investito molto per l’operazione di recupero del centro natatorio, che è stato completamente rinnovato – conclude l’assessore allo sport Ester Pedrini -. Con questo tassello desideriamo che la piscina diventi un luogo di aggregazione non soltanto per chi ama gli sport acquatici. L’ampliamento dello spazio estivo, infatti, si somma al progetto di riqualificazione urbana dell’area esterna che non solo dà un nuovo volto alla piscina, ma la connette alla città e all’adiacente centro sportivo. Connessioni realizzate in vista di un’ideale “cittadella dello sport” a uso delle società sportive e degli abitanti del territorio».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli