Oltre i limiti

Di corsa sul Pizzo del Diavolo, la sfida impossibile di William Boffelli (potete scommetterci)

Quattordici anni dopo la prestazione storica di Davide Milesi e Miky Oprandi, l’atleta di Roncobello, nazionale di sci alpinismo tenta l’impresa . Concorso a premi online per chi indovinerà il tempo esatto.

Di corsa sul Pizzo del Diavolo, la sfida impossibile di William Boffelli (potete scommetterci)
Val Brembana e Imagna, 12 Agosto 2020 ore 17:03

di Giambattista Gherardi

Dopo un inverno drammatico e una primavera “sospesa” senza impegni agonistici, arriva in piena estate la pazza idea di William Boffelli, acclamato campione dello scialpinismo nazionale e internazionale: migliorare il record di salita “speed” da Carona alla vetta del Pizzo del Diavolo di Tenda, fra le montagne regine delle nostre Valli, con i suoi 2914 metri e la sua maestosa conformazione. «Giovedì 13 agosto – dichiara Boffelli attraverso la sua pagina Facebook – proverò a coronare un mio piccolo sogno personale. Partirò da Carona (chiesa parrocchiale, ndr) alle 8:30 e, passando per il Rifugio Calvi e percorrendo la via alpinistica Antonio Baroni, cercherò di raggiungere la vetta del Pizzo del Diavolo di Tenda nel minore tempo possibile. Una montagna che per me ha un grande valore simbolico e mi piace pensarla essere come il mio piccolo Cervino o meglio il Cervino della Val Brembana».

Boffelli, 27 anni, nativo di Roncobello, è senza dubbio uno dei campioni più acclamati dello scialpinismo nazionale e ha più volte vestito la maglia azzurra. Nel suo palmares ci sono, tanto per citare, la vittoria nella classica Sellaronda Skimarathon in notturna (primo sotto le tre ore) e, tanto per gradire, un secondo e un terzo posto nel Trofeo Mezzalama, gara “monumento” della specialità. Ha pure vinto per due volte la “gara più alta d’Europa”, la Monte Rosa Ski Marathon.

La sfida al record di salita al Pizzo del Diavolo è nata quasi per caso con Davide Milesi, allenatore di Boffelli e già protagonista alle Olimpiadi di Atlanta nella maratona e past president del CAI Alta Val Brembana. Milesi è infatti detentore, in coppia con Miky Oprandi, del tempo da battere, stabilito nel 2006 in 1 ora, 49 minuti e 48 secondi.

«Non è detto che lo batterò – dichiara Boffelli – ma per rendere tutto più interessante grazie ad alcuni sponsor abbiamo messo in palio diversi premi per chi, attraverso la mia pagina Facebbok “William Boffelli” indovinerà in tempo preciso di gara». In palio ci sono un guscio tecnico offerto da Crazy, un buono seggiovia+pranzo per due persone al Rifugio Gremei di Piazzatorre, un giro in canoa sul Lago Bernigolo a Moio de’ Calvi con Brembo Kayak unito a un aperitivo presso “la Tavernetta di Jury e Marzia” a Branzi, buoni sconto spendibili presso Tiraboschi Sport.

Sabato 8 agosto, sulle rive del Bernigolo a Moio, c’è stata la presentazione ufficiale del tentativo. Attraverso la pagina Instagram di William Boffelli si potranno seguire aggiornamenti in diretta, mentre per tutti il ritrovo all’ora di pranzo è presso il Rifugio Longo, che saluta anche la nuova gestione. E, perché no, anche un nuovo record.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia