Il video

Don Emilio Zanoli, parroco di Cologno, ha annunciato con una lettera di avere un tumore

Domenica 21 giugno, alla fine della messa, il vicario parrocchiale don Davide Rota Conti ha letto le parole scritte dal parroco settantenne

23 Giugno 2020 ore 12:42

Al termine della messa di domenica 21 giugno, don Davide Rota Conti (vicario parrocchiale e direttore dell’oratorio) ha letto alla comunità della parrocchia di Santa Maria Assunta di Cologno al Serio la lettera scritta da don Emilio Zanoli nella quale quest’ultimo ha annunciato la sua malattia: i medici, infatti, gli hanno trovato un tumore al pancreas.

Don Emilio, settantenne originario di Osio Sotto, da dieci anni è parroco a Cologno. Ovviamente, però, la malattia non gli permette ora di ricoprire il suo incarico, come ha spiegato alla comunità nella lettera: «In questo momento non posso seguire i compiti che sono stati assegnati e per questo il Vescovo ha nominato un amministratore parrocchiale che mi sostituirà in tutte le funzioni di parroco. Resterò comunque nella casa parrocchiale. Grazie per l’affetto e per le preghiere con cui mi state accompagnando. In questo periodo sto sperimentando di essere umano come tutti: un conto è accompagnare chi soffre, un conto è sperimentare sulla propria pelle la malattia. Continuate a pregare per me, perché sappia vivere con fede questo momento. Io pregherò per voi e per i tanti fratelli e le tante sorelle della comunità che hanno affrontato o stanno ancora affrontando il travaglio della malattia».

Don Emilio fu ordinato sacerdote il 29 giugno 1974 ed è stato vicario parrocchiale ad Albino (1974-86), direttore dell’Ufficio diocesano pastorale della famiglia (1986-96), membro del Consiglio Pastorale diocesano (1986-96) e assistente dell’Associazione internazionale servizio della giovane (1988-95). Nel 1996, dopo la prematura scomparsa del prevosto don Gian Pietro Milesi, andò a Gandino, dove è rimasto fino al 2010, quando è diventato parroco di Cologno al Serio.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia