Consigli semiseri trovati in rete

Donne single, è passato un altr’anno Come accalappiare un uomo ricco

Donne single, è passato un altr’anno Come accalappiare un uomo ricco
28 Dicembre 2015 ore 15:10

Adesso che l’anno sta per volgere al termine anche per le single più incallite è tempo di bilanci. E spesso accade che, dovendo fare i conti con una nuova, impietosa, primavera, le suddette signorine prendano in seria considerazione l’idea di accasarsi. Ma, si sa, con il tempo si inacidisce e così trovare l’uomo giusto sembra essere un’impresa sempre più ostica. Prima di tutto perché la concorrenza delle fanciulle più giovani è spietata, e poi perché a una certa età la propensione all’accondiscendenza diminuisce e sopportare un uomo, che essendo uomo non è immune da difetti, diventa col passare del tempo più complicato.

Tutti ragionamenti, quelli sovraesposti, che vengono ridimensionati e talvolta anche dimenticati quando il pretendente in questione è un uomo dal conto in banca con molti zeri. Perché se proprio si deve fare il sacrificio di rinunciare al letto a due piazze dove dormire “di traverso”, tanto vale farlo per un uomo che il letto lo può comprare a tre piazze, in modo che comodi ci si stia entrambi. Qui di seguito ci permettiamo quindi di stilare un piccolo vademecum per sopravvivere nella giungla della ricerca dell’uomo giusto e ricco, che spesso può trasformarsi in una vera e propria guerra. Consigli semiseri trovati in rete, che però possono rivelarsi utili in situazioni di bisogno.

 

Giocare sull’età

Prima di tutto bisogna puntare sul fattore anagrafico. Si sa, un uomo più in là con gli anni, ma non troppo, diventa protettivo e premuroso. Facile quindi far leva su questi due fattori per spuntare qualche attenzione che un baldo giovanotto tutto ormoni e squadra del cuore spesso dimentica. Perché un uomo più grande ha dalla sua quella sicurezza economica che in tempo di crisi fa molta più gola più di un addominale scolpito. E spesso, oltre a un bel portafogli, l’uomo age ha anche una certa cultura, che rappresenta sempre un utile argomento di conversazione. Soprattutto nelle giornate grigie.

 

L’amore davvero non ha età?

Certo, per fare la cose bene non bisognerebbe puntare su uomini che hanno il doppio dei propri anni, poiché l’effetto padre/figlia è assicurato. Si potrebbe obiettare che l’amore non ha età. Verissimo. Va tenuto presente, però, che vedere un uomo attempato, panzuto, magari un po’ sciattone accompagnato da un’avvenente fanciulla richiama alla mente tutt’altro che l’amore disinteressato. Dopotutto, si sa che Pretty Woman è solo un film e di attempati come Richard Gere c’è solo lui. Senza entrare nelle malignità e nei pensieri maliziosi, poi, va sempre considerato che un uomo con oltre 20 anni più della sua compagna porta con sé tutta una serie di acciacchi dovuti all’età che spesso possono rivelarsi spiacevoli. E più che la donna della sua vita ci si può trasformare in badante, che per quanto sia un lavoro nobile e rappresenti davvero un modo per essere la donna della vita, non è propriamente quello che si aspetta da un uomo ricco una single che ha vissuto felicemente la sua condizione fino all’età matura.

 

Dove lo trovo?

Per trovare un serio uomo maturo dal cospicuo conto in banca, occorre frequentare i posti dove questo esemplare maschio è presente. Lontani da chat e social network, spesso covo di assatanati maniaci millantatori, bisogna prendersi la briga di fare una messa in piega, tirare fuori il vestito bello, accessori compresi, e bazzicare le hall degli hotel di lusso. È qui che spesso gli uomini d’affari si concedono il meritato riposo tra una trasferta e l’altra di lavoro, oppure decidono di trascorrere qualche giorno di vacanza. Ovviamente in mete esclusive, quali Porto Cervo, Courmayeur, Montecarlo, Cortina, Los Angeles, New York. Ma è proprio in questo ultimo caso che bisogna aguzzare l’occhio. Perché il rischio di incappare in cafoni arricchiti è altissimo.

 

Hobby di lusso!

I ricchi, si sa, amano trascorrere il pochissimo tempo libero dagli affari impegnati in hobby di livello. Difficile trovare un magnate alle prese con le bracciate di dorso nelle vasche di una piscina comunale, magari di periferia. Molto meglio optare per i green, dove tra una buca e l’altra c’è la speranza di farsi notare.

 

Mai dimenticarsi del charity

Un vero riccone che si rispetti non perde mai di vista la beneficenza. Per quante decidono di accalappiare l’uomo giusto a molti zeri, aste, cocktail benefici, gare sportive sono una meta obbligata. Dopotutto le stesse predatrici in fondo in fondo meritano un po’ di beneficenza…

Fin qui i consigli per trovare l’uomo ricco. Una volta trovato, però, bisogna assicurarsi che non sia tirchio. Ma soprattutto bisogna tenerselo stretto. E qui comincia la guerra, tutta al femminile.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia