i numeri della regione

Dopo il picco di venerdì a Bergamo tornano a calare i positivi: oggi solo 5 nuovi casi

Dopo il picco di venerdì a Bergamo tornano a calare i positivi: oggi solo 5 nuovi casi
11 Luglio 2020 ore 17:13

«I dati di oggi (sabato 11 luglio) si caratterizzano per un sensibile aumento delle persone guarite, 192 in più rispetto a ieri, e per il continuo calo dei ricoveri nei reparti degli ospedali, che attualmente ospitano 173 pazienti, 17 in meno di ieri. L’aumento di due posti letto occupati nelle terapie intensive, in totale 29 rispetto ai 27 di venerdì, è determinato dall’aggravamento del quadro clinico di due pazienti che risultano positivi al Coronavirus ma che sono ricoverati per patologie diverse».

E’ il commento dell’assessore al Welfare Giulio Gallera rispetto all’andamento complessivo dell’epidemia in Lombardia (il report completo anche della situazione delle altre Regioni è disponibile QUI dalle 18).

I nuovi casi positivi accertati oggi sono 67, di cui 21 riscontrati dopo la positività al test sierologico, mentre 25 tamponi sono stati catalogati come “debolmente positivi”. Complessivamente sono stati eseguiti 7.055 tamponi, per un totale di 1.133.387 test effettuati. Il totale dei guariti/dimessi sale a quota 70.020 persone e, nello specifico, 67.846 sono guarite, mentre 2.174 sono state dimesse. Cala leggermente anche il dato relativo ai nuovi decessi: quelli odierni sono 4 (ieri erano stati 6). Il totale lombardi rimasti vittima dell’infezione è quindi di 16.740 persone.

Infine, va segnalata la notevole diminuzione delle positività registrate in provincia di Bergamo, dopo il picco di ieri, quando erano risultate positive al tampone ben 56 persone. Di seguito i casi positivi di ogni provincia:

  • Bergamo 5
  • Milano 26 (di cui 15 a Milano città)
  • Brescia 16
  • Como 8
  • Cremona 2
  • Lecco 4
  • Lodi 4
  • Mantova 3
  • Monza e Brianza 3
  • Pavia 3
  • Sondrio 0
  • Varese 2
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia