adeguamento normativo

Isolamenti, quarantene e ritorno nella collettività: cosa cambia in Lombardia

La Direzione generale Welfare del Pirellone ha inviato una nota a tutte le Ats e le Asst contenente le nuove indicazioni, elaborate sulla base della circolare inviata dal Ministero della Salute

Isolamenti, quarantene e ritorno nella collettività: cosa cambia in Lombardia
28 Ottobre 2020 ore 17:03

Avviso a tutti i lombardi positivi al Covid, sia sintomatici che asintomatici, e ai loro contatti stretti: d’ora in avanti i tempi di isolamento e di quarantena cambieranno. La Direzione generale Welfare del Pirellone ha infatti inviato una nota a tutte le Ats e le Asst contenente le nuove indicazioni, elaborate sulla base della circolare inviata dal Ministero della Salute alle Regioni (QUI la locandina con tutte le info schematizzate).

ISOLAMENTI/QUARANTENE E RIAMMISSIONE IN COMUNITÀ – Gli asintomatici dovranno restare in isolamento per 10 giorni dall’esecuzione del tampone che ha dato un esito positivo. Terminato questo periodo dovranno eseguire un test molecolare che dovrà dare esito negativo per poter tornare nella società civile. Per i casi sintomatici, invece, i 10 giorni di isolamento sono calcolati dall’inizio dei sintomi: se sfumati e difficilmente collocabili in un arco temporale si fa riferimento alla data in cui è stato eseguito il tampone risultato positivo. L’isolamento termina con l’esito negativo del test molecolare a partire dal decimo giorno, con almeno gli ultimi 3 giorni precedenti al tampone trascorsi senza alcun sintomo.

CONTATTI STRETTI – I contatti stretti di casi positivi sintomatici o asintomatici devono comunque rispettare un periodo di isolamento. La riammissione nella comunità è ammessa dopo che il tampone molecolare o il test antigenico rapido hanno dato esito negativo a partire dal decimo giorno, oppure dopo un periodo di quarantena di 14 giorni dall’ultima esposizione al caso trascorso senza sintomatologia, senza la necessità di eseguire il tampone. Per la riammissione nella collettività dei contatti stretti nel setting scolastico, nel caso in cui il soggetto concluda la quarantena dopo 14 giorni senza l’effettuazione del tampone, non è necessario richiedere a pediatri o medici di medicina generale la certificazione di riammissione.

DEFINIZIONE DEL TERMINE “CONTATTO” – Un contatto è qualsiasi persona esposta ad un caso probabile o confermato di Covid-19 in un lasso di tempo che va da 48 ore prima dell’insorgenza dei sintomi fino al momento della diagnosi e dell’isolamento del caso. Se il caso non presenta sintomi, si considerano i contatti con il caso indice in un arco di tempo che va da 48 ore prima dell’esecuzione del tampone.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia