Menu
Cerca
il lutto

È morto Adriano Cattani, presidente del Museo dei Tasso: «Se ne va un pezzo di storia»

Se ne è andato all'età di 76 anni. Fondatore e direttore storico del Museo, veneziano d'origine ma bergamasco d'adozione, era uno dei nomi più accreditati nel panorama filatelico italiano

È morto Adriano Cattani, presidente del Museo dei Tasso: «Se ne va un pezzo di storia»
Cronaca Val Brembana e Imagna, 14 Aprile 2021 ore 15:41

Sono ore di profonda tristezza per tutto lo staff del Museo dei Tasso e della Storia Postale: è morto all’età di 76 anni Adriano Cattani, fondatore e storico direttore del Museo, nonché studioso appassionato e collezionista di grande rilievo nell’ambito postale, prefilatelico e filatelico.

Cattani, veneziano di nascita ma padovano e bergamasco d’adozione, inserito nell’albo d’oro della filatelia italiana nel 2006, si è dedicato ad approfondire la storia postale di Venezia. Inoltre, ha fondato e diretto per oltre 40 anni il “Bollettino Prefilatelico e Storico Postale”, periodico dell’associazione per lo studio della storia postale.

«Adriano Cattani era un uomo appassionato e tenace – lo ricordano al Museo -. Con lui è nato e insieme a lui, oggi, se ne va un pezzo del Museo. Grazie al suo impegno abbiamo ricevuto numerose e importanti donazioni che hanno permesso alla collezione di crescere e caratterizzarsi».

Adriano Cattani era uno dei nomi più conosciuti e quotati nel mondo della filatelia e della storia postale, tanto da aver rivestito anche la carica di consulente scientifico del nuovo Museo filatelico e numismatico di San Marino ed essere stato socio fondatore dell’Unione Stampa Filatelica Italiana.

«Ricorderemo sempre l’impegno che metteva in ogni progetto, la sua grande volontà, la sua generosità e la sua disponibilità – conclude lo staff della galleria di Camerata Cornello -. Lo salutiamo con affetto e ci uniamo alla famiglia nel dolore per la sua scomparsa».

Le pubblicazioni

Nel corso della sua attività di studioso, Adriano Cattani ha scritto anche numerosi articoli e pubblicazioni. Tra questi si ricordano: la Guida alla prefilatelia. Manuale per la lettura storico-postale delle lettere antiche; Venezia e l’Oriente. Commerci e servizi postali dal XVI al XVIII secolo e catalogo delle monete veneziane usate in Oriente, il Catalogo dei bolli postali della Repubblica di Venezia; Da Venezia in viaggio con la posta. Pagine e documenti di storia veneta; Le comunicazioni postali nella Repubblica di Venezia; Commerci e comunicazioni postali tra Venezia e Costantinopoli; Da Corfù per la via di Otranto: un collegamento commerciale e postale; Storia dei servizi postali nella Repubblica di Venezia e catalogo dei timbri postali; e, infine, in collaborazione con Tarcisio Bottani, Cornello e i Tasso.