vittima di coronavirus

È morto Giovanni Fustinoni, in arte Joe Magic

È morto Giovanni Fustinoni, in arte Joe Magic
Bergamo, 10 Marzo 2020 ore 09:58

Per tutti era Joe Magic, il mago prestigiatore. Giovanni Fustinoni, è rimasto vittima di coronavirus. Si può dire in modo quasi fulminante. Pochi giorni fa è stato ricoverato d’urgenza al Papa Giovanni e ieri, lunedì 9 marzo, è giunta la notizia della sua scomparsa. Aveva 79 anni e lascia la moglie Federica, i figli Paola, Stefano e Natalia con Ivano e i nipoti Nicolò, Mattia e Karolina. Joe Magic prende vita dopo una vita lavorativa trascorsa dietro i banconi del Credito Bergamasco, di cui era dipendente come bancario. Imparata l’arte della magia si è dato all’animazione di grandi e piccini. Il suo nome è fortemente legato al parco originario di Mini Italia di Capriate San Gervasio. Ogni domenica pomeriggio richiamava al parco moltissime famiglie con bambini, che oltre a visitare i monumenti in miniatura italiani, volevano assistere alle sue animazioni. Il personaggio è difficile da definire: non solo prestigiatore, ma anche animatore, fantasista, ecologista, riciclatore… insomma, un mago un po’ speciale. Non si stancava mai. Si divertiva un mondo facendo divertire la gente con le sue trovate. Non contento delle animazioni di terra, con la moglie si imbarcava sulle navi e trascorreva mesi di crociera in crociera ad animare i turisti con le sue invenzioni.

Giovanni Fustinoni

Giovanni Fustinoni ha trovato nel teatro di strada un modo diretto e spontaneo per stabilire il contatto con il suo pubblico. Ultimamente aveva raccolto la sfida di “rigenerare” personaggi del passato riproponendoli in piazze antiche. In anni di attività ha ottenuto numerosi riconoscimenti nel campo della magia e dell’arte varia. Si è dedicato all’animazione per bambini e spesso ha collaborato come prestigiatore e fantasista per il tour operator Alpitour. I simpatici personaggi a cui dava vita nei suoi spettacoli erano Il clown Gianni  Coriandolo, Joe Maraviglia, Il Mago Antico e Joe Bombetta. Giovanni Fustinoni, in gioventù, era rimasto vittima di un incidente sulla Presolana. Si salvò miracolosamente, perdendo però la funzione di un rene. Ha vissuto tutta la vita con questa insufficienza messa a dura prova anche dall’aggressione del virus Covid-19. Il feretro si trova alla camera mortuaria dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo e ancora non si conosce la data del funerale.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia