a milano

È morto l’avvocato Giovanni Bana, il cacciatore aristocratico

L'Associazione venatoria dei migratoristi perde il suo storico presidente nazionale. Da avvocato aveva ricevuto il titolo di cavaliere della Legione d'onore della Repubblica francese.

È morto l’avvocato Giovanni Bana, il cacciatore aristocratico
20 Marzo 2020 ore 13:25

Giovanni Bana, il cacciatore aristocratico, se n’è andato. Aveva 83 anni e una passione immensa per la caccia e per il mondo ornitologico. Le sue battaglie le ha sempre combattute in punta di fioretto, affidandosi, da avvocato, alla forza del diritto. Una passione ereditata dal nonno. Nella sua casa di campagna ad Arosio, in provincia di Como, aveva realizzato un centro di inanellamento per lo studio scientifico ornitologico e là conservava, gelosamente, i diari delle annotazioni dei primi avvistamenti e delle catture con tanto di schede scientifiche. Era stato per molti anni presidente dell’Associazione nazionale uccellatori e uccellinai. Ed è rimasto past president operativo sino alla fine. Credeva nel movimento dei cacciatori europei ed era sempre prodigo a organizzare convegni internazionali per conoscere sempre di più il mondo e le esigenze dei cacciatori. Ieri sera la triste notizia è rimbalzata da Milano, dove era stato ricoverato a combattere quella che è stata la sua ultima battaglia, contro questo terribile morbo.

Giovanni Bana

L’Anuu lo ricorda così: «L’avv. Giovanni Bana non è più tra noi. Ricoverato a Milano per una grave problematica polmonare, dopo diversi giorni di cure intensive e di lotta da par suo, il Presidente onorario dell’AnuuMigratoristi ha dovuto arrendersi. Classe 1937 – tra pochi giorni sarebbe stato il suo compleanno – l’avv. Gianni se ne è andato nella sua stanza d’ospedale. In questo momento difficilissimo per tutto il Paese, nel quale le nostre abitudini di vita sono state sconvolte, non potremo nemmeno tributargli l’ultima dimostrazione di affetto, di calore e di stima che, nel corso della sua esistenza, si è quotidianamente guadagnato sul campo. Avremo tempo per ricordarlo con l’intensità e con le parole che gli sono dovute. Al momento, in quest’atmosfera irreale che ci avvolge tutti, ancor più appesantita da questo lutto, tutti noi dell’AnuuMigratoristi rivolgiamo a lui i nostri pensieri e a Maria Pia, ad Alessandra, ad Antonio e a tutti i suoi familiari un abbraccio, purtroppo solo a distanza, stringendoci forte a loro nel dolore. Che la terra ti sia lieve, Gianni carissimo». La notizia è rimbalzata immediatamente nel mondo della caccia bergamasca e ha fatto il giro delle associazioni, dove era conosciutissimo, e da dove si sono elevate affettuose testimonianze di cordoglio.

Osservatorio ornitologico di Arosio

Giovanni Bana era stato socio fondatore dello Studio forense insieme ai fratelli Giuseppe e Luigi. Si era laureato in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Milano ed era iscritto all’Ordine degli Avvocati di Milano, da cui aveva ricevuto nel 2013 la medaglia d’oro per i cinquant’anni di professione. Era stato vicepresidente dell’Unione avvocati europei ed era tuttora presidente della Commissione Diritto Penale Europeo UAE. Era presidente dell’Université d’Été per la Convenzione Europea sul Paesaggio ed era stato insignito del titolo di Chevalier de la Légion d’Honneur della Repubblica Francese per i suoi assidui e stretti legami con il Paese d’Oltralpe.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia