Cronaca
Un bel 9 pure a Lavarini

È una Foppa da 10 in pagella Una per una, i voti alle rossoblù

È una Foppa da 10 in pagella Una per una, i voti alle rossoblù
Cronaca 22 Marzo 2016 ore 04:00

FOTO RUBIN/LVF

 

Eleonora Lo Bianco 9: nella semifinale contro Casalmaggiore è l'mvp. Corregge ogni pallone che transita nelle sue mani, difende di tutto e di più ed è l'unica a essere costantemente lucida anche nei momenti maggiormenti bui. Capisce che le centrali non vanno e si affida ai martelli. In finale si conferma la silenziosa trascinatrice della squadra. Opera come meglio non potrebbe. Ha 36 anni e ha già un contratto anche per la prossima stagione. Saggia decisione.

 

??????????????????????????????????????????

 

Celeste Plak 9: stoica. Non in condizione a causa di un attacco influenzale che l'ha colpita in settimana, ma contro le campionesse d'Italia entra a gara in corso e dà manforte: non tira mai indietro il braccio nè in attacco, nè in battuta. Resiste finchè i crampi non la mettono al tappeto. Si pensava che la stanchezza potesse farsi sentire il giorno successivo, invece nella finalissima è regolarmente in campo e colpisce da ogni angolo del campo. Top scorer della Foppa con 18 punti il sabato e 21 la domenica.

 

Foppapedretti Bergamo - Nordmeccanica Piacenza (Foto Rubin/LVF)

 

Alessia Gennari 8.5: nei primi due set contro la sua ex squadra, soprattutto nel secondo, fa troppa fatica a mettere giù palla. Bersagliata in battuta (63 volte su 95!), cresce con il trascorrere dei minuti e chiude con 17 punti e 43% in attacco. Nella finale si sobbarca per l'ennesima volta una grossa mole di lavoro in seconda linea, ma se la cava più che egregiamente. Sul fronte offensivo si fa sentire quando richiesto.

 

Foppapedretti Bergamo - Nordmeccanica Piacenza (Foto Rubin/LVF)

 

Paola Cardullo 8.5: stringe i denti perchè sa che vuole e deve essere protagonista su un palcoscenico importante. Riceve con buone percentuali (85%-54% sabato e 95%-50% domenica) e si fa trovare sempre pronta in fase difensiva. Non poteva festeggiare meglio il 34esimo compleanno avvenuto lo scorso venerdì.

 

NORDMECCANICA PIACENZA - FOPPAPEDRETTI BERGAMO

 

Katarina Barun-Sunsjar 8: nelle ultime uscite l'abbiamo vista in fase calante. Il suo mancino si fa meno potente e quindi Lavarini decide di usarla solo in caso di necessità. La condizione non è delle migliori, ma contro la Pomì fa leva su saggezza ed esperienza che le consentono di alternare astuzia e potenza al momento opportuno. Gioca la finale centellinando le forze e si rivela utilissima alla causa rossoblù.

 

Foppapedretti Bergamo - Nordmeccanica Piacenza (Foto Rubin/LVF)

 

Vesna Durisic 7.5: dopo una comparsata nel primo set della semifinale - in cui ha corso il rischio di essere etichettata come l'ennesimo oggetto misterioso -, è fondamentale il suo apporto nel quarto. Tre punti su tre palle in attacco e un'importante serie in battuta dal 17-20 al 22-20. Parte titolare nella finalissima: non efficacissima, ma darà un prezioso contributo nel resto della stagione.

 

??????????????????????????????????????????

 

Freya Aelbrecht 7.5: non vive un sabato entusiasmante. Troppo confusionaria mette giù solo due palle su nove. Si riscatta però con una finale sui suoi standard: 60% in attacco e cinque muri, che sommati ai quattro del giorno precedente fanno nove. Non male.

 

Foppapedretti Bergamo - Nordmeccanica Piacenza (Foto Rubin/LVF)

 

Paola Paggi 6: il 25% in attacco contro le casalasche è una percentuale troppo bassa per una giocatrice del suo calibro. Si rifa con delle utili sessioni al servizio.

 

POMI CASALMAGGIORE - FOPPAPEDRETTI BERGAMO

 

Miriam Sylla 6: contro la Pomì parte titolare, ma si intuisce subito che non sarà la sua serata. Chiude con un 17% in attacco che la spedisce dietro la lavagna. Contro Piacenza entra per far respirare Plak, ma trova anche l'occasione di mettere a terra un paio di palle.

 

POMI CASALMAGGIORE - FOPPAPEDRETTI BERGAMO

 

Benedetta Mambelli, Laura Frigo e Eva Mori sv: giocano solo dei brevissimi spezzoni di match ed è impossibile giudicarle.

 

Foppapedretti Bergamo - Nordmeccanica Piacenza (Foto Rubin/LVF)

 

Stefano Lavarini 9: costruisce una macchina da guerra in distruttibile. Perfetta in difesa con Cardullo e Gennari (con aiuti di Lo Bianco, Sylla e Plak), micidiale in attacco con una bocca di fuoco come Plak in grande spolvero. Ora che la Coppa è in bacheca dovrà concentrarsi sul finale di stagione, puntando a un pieno recupero delle varie acciaccate in vista dei play-off.

 

Foppapedretti Bergamo - Nordmeccanica Piacenza (Foto Rubin/LVF)

 

Seguici sui nostri canali