Lo sfogo

Il sindaco di Castione, dopo Cajazzo, chiede la rimozione dei direttori generali di Ats e Asst

Il primo cittadino di Castione della Presolna, eletto nel 2016 in una lista appoggiata da Lega e Forza Italia, lancia un pubblico "j'accuse" verso la sanità regionale. "È assurdo lasciare tutt' ora gestire la sanità lombarda a chi si è rivelato incapace di gestire l'emergenza".

Il sindaco di Castione, dopo Cajazzo, chiede la rimozione dei direttori generali di Ats e Asst
Val Seriana, 12 Giugno 2020 ore 17:57

Un intervento deciso, senza mezzi termini, che arriva da un amministratore locale conosciuto e ascoltato che non intende fare sconti nel post emergenza. Dopo la lettera inviata al premier Giuseppe Conte per richiedere sostegni economici per i Comuni della Valle Seriana, il sindaco di Castione della Presolana Angelo Migliorati è intervenuto sui social nella giornata di giovedì 11 giugno con una dura reprimenda al sistema sanitario di Regione Lombardia. Migliorati è stato eletto nel 2016 a capo della lista Impegno Democratico che si è presentata agli elettori con i simboli di Lega e Forza Italia, i partiti di riferimento del governatore Attilio Fontana e dell’assessore al Welfare Giulio Gallera.

«È notizia recente – scrive Migliorati – che il Presidente Fontana ha cambiato il direttore generale della sanità lombarda. Era ora, ma non basta! È assurdo lasciare tutt’ ora gestire la sanità lombarda a chi si è rivelato incapace di gestire l’emergenza e il post emergenza. Vanno cambiati i direttori generali delle ATS e delle ASST, che si sono dimostrati dei burocrati inefficienti. Dopo la pesantissima emergenza che abbiamo subìto:

  1. va ripensato totalmente il servizio medico territoriale, investendo risorse vere e potenziandolo. In Bergamasca entro fine anno vanno in pensione 50 medici condotti. Vanno sostituiti per tempo!
  2. Bisogna seriamente investire e potenziare l’assistenza domiciliare infermieristica. È fuori di testa chiedere alle cooperative di infermieri di rientrare nei budget perché hanno speso troppo nei due mesi di emergenza!
  3. Le RSA, i ricoveri, non devono essere considerate, come lo sono state, figlie di un Dio minore, ma necessitano di potenziamento e investimenti. Lì ci sono i nostri anziani!
  4. Gli ospedali periferici, come Piario, che si sono rivelati essenziali nel gestire l’epidemia nei territori, vanno valorizzati maggiormente, non chiusi!

Non è il momento di teatrini politici in Regione per decidere chi è il presidente di un’inutile commissione di inchiesta. Lasciamo fare questo lavoro alla magistratura. Oggi c’è l’occasione di rimettere a governare la sanità lombarda, dei tecnici seri e competenti che abbiano visione e strategia. Questo è il compito della Politica.Non perdiamo anche questa occasione!».

Fra i commenti di plauso all’intervento di Migliorati anche quello del vicesindaco di Valbondione Valter Semperboni (pure esponente di destra), che nei giorni della pandemia ha perso il padre.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia