Là dove lavoravano gli operai...

Ex Pigna, una fabbrica delle idee I regali di Natale un po’ diversi

Ex Pigna, una fabbrica delle idee I regali di Natale un po’ diversi
09 Dicembre 2017 ore 10:45

Come a Berlino e Londra, dove ex fabbriche diventano fucine di idee, cultura, eventi. È sempre più il «place to be» bergamasco, il posto giusto dove stare, la ex Pigna di Alzano: come Spazio FaSe (Fabbrica Seriana Energia) ha trasformato il recupero sapiente di un sito di archeologia produttiva in una cornice dal fascino sottilmente metropolitano. Dove organizzare kermesse all’altezza.
Il Factory Market, che sabato 9 (10-21) e domenica 10 dicembre (10-20) torna all’ex cartiera, sembra il soggetto perfetto per completare il quadro. Con una necessaria dose di autostima, insita nello slogan «spread the love» («spargi l’amore»), centoventi tra giovani designer, artisti, artigiani, illustratori, vintagisti, autori e fabbricatori di idee mettono in vetrina il meglio della loro produzione.
Sorgente della manifestazione il fiuto di Nicoletta Bresciani e Alberto Guerrini di Coffee n Television, capaci di selezionare progetti originali e di interesse. Secondo suggestioni che definire semplicemente hipster sarebbe riduttivo: tutto quello che rientra nel concetto più alternativo di «pop» fa parte del Factory Market. In più, il solito spazio speciale pensato per le mamme e i loro bambini, nonché l’area food con cinque realtà e una cargo bike che per tutta la durata dell’evento sapranno soddisfare tutti i palati: piatti tipici rivisitati e preparati al momento, hamburger, specialità vegane, vellutate e zuppe, birre artigianali, caffè macinato al momento, dolci fatti in casa.

8 foto Sfoglia la gallery

Per chi non si accontenta di guardare e comprare ma vuol seguire le orme dei creativi, c’è un ricco programma di workshop. Come quello di sabato alle 17.30 relativo al kintsugi, letteralmente «riparare con l’oro», una pratica giapponese che consiste nell’utilizzo di un metallo prezioso per saldare assieme i frammenti di un oggetto rotto. La tecnica permette di ottenere degli oggetti preziosi: ogni ceramica riparata presenta un diverso intreccio di linee dorate unico e ovviamente irripetibile per via della casualità con cui la ceramica può frantumarsi. Sempre sabato, ma alle 15.30, Lanciani – L’officina del Naturale conduce nel mondo della profumeria curativa. Domenica dalle 14 alle 15 si impara a creare un collo di lana in kid mohair, mentre dalle 17.30 a creare un taccuino-agenda del 2018 unico. Ci si può iscrivere scrivendo una mail a beatricespaziofase@gmail.com.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia