SUCCEDE A JUAN CARLOS

Il nuovo Re di Spagna, Felipe VI

Il nuovo Re di Spagna, Felipe VI
19 Giugno 2014 ore 13:52

Giovedì 19 Felipe VI è divenuto nuovo Re di Spagna, dopo aver giurato sulla costituzione di fronte al parlamento. La cerimonia è iniziata alle ore 9.30 e si è conclusa con un lungo applauso da parte dei parlamentari che hanno gridato «Viva il re, viva la Spagna». In realtà Felipe era già formalmente re da qualche ora, precisamente dalla mezzanotte di giovedì sera, dato che mercoledì sera Juan Carlos aveva firmato la legge sulla sua abdicazione. La nuova corona è stata possibile proprio grazie alla scelta di Jaun Carlos di abdicare, notizia che era ufficializzata già dal 2 giugno. Felipe, 46 anni, sarà il re più vecchio a salire al trono di Spagna. Prima di lui record, era detenuto da Carlo III (1716-1788), che il giorno della sua incoronazione aveva 43 anni.

 

Chi è Felipe VI

Registrato all’anagrafe come Felipe Juan Pablo Alfonso de Todos los Santos di Borbone e Grecia, è da sempre conosciuto come Felipe.È Nato a Madrid il 30 gennaio 1968 ed è il più giovane dei tre figli di Re Juan Carlo e Regina Sofia che prima di lui avevano dato alla luce la Principessa Elena e la Principessa Cristina. Ma il trono è spettato a lui in quanto unico figlio maschio. Ha una laurea breve conseguita alla Madrid Autonomous University, terminata nel 1993, quando si è trasferito alla Georgetown University a Washington per un Master in Relazioni Internazionali. Il 22 maggio 2004 ha sposato Letizia Ortiz Rocasolano, una conduttrice televisiva con già un divorzio alle spalle. Dall’unione sono nate due bambine: la Principessa Leonor, di otto anni, e la Principessa Sofia, di sette. Secondo la linea di discendenza, ad oggi sarebbe Leonor la prima erede al trono. Negli anni di gioventù è stato attivo anche nello sport, avendo addirittura partecipato alle Olimpiadi di Barcellona nel 1992 come membro della squadra di vela e portatore della bandiera spagnola alla cerimonia di apertura dei Giochi.

Re di Spagna e non solo

Linkoristano, un quotidiano online della provincia di Oristano, questa mattina ha dato la notiza che con il titolo di re di Spagna, Felipe VI ha ereditato anche quello di marchese di Oristano. Sarebbe la conseguenza dei meccanismi dinastici che legano la Sardegna alla Spagna dal lontano 1410, quando i sardi subirono una pesante sconfitta proprio contro gli aragonesi finendo sotto la Corona, prima d’Aragona, e poi, nel 1479 spagnola, con la nascita appunto del Regno di Spagna. «In ogni decreto sottoscritto da Re Juan Carlos, il titolo è stato compreso tra i numerosi detenuti e indicati dal protocollo ufficiale e così sarà ora per Felipe VI» ha spiegato Momo Zucca, archeologo e storico.

 

Felipe e il fratello che non conosce

Juan Carlos oltre a Felipe, Elena e Cristina, avrebbe anche un altro figlio. Il nuovo ereditiere si chiama Albert Solà, cameriere catalano di 58 anni. L’uomo sostiene di essere nato dal legame tra il vecchio sovrano e una dama dell’alta borghesia spagnola e poi abbandonato in un orfanotrofio. In effetti, i suoi lineamenti non sono lontani da quelli della casata reale di Spagna. In più l’uomo sostiene che nei primi anni di vita fu accudito da Donna Maria, la madre di Juan Carlos. Da tempo Solà chiede di poter far il test del dna per poter dimostrare la validità delle sue teorie, ma i giudici spagnoli hanno sempre respinto queste richieste dato che il re godeva di uno scudo normativo garantito dalla Costituzione spagnola. Ma oggi Albert può tornare a sperare. Infatti Juan Carlos, abdicando ha perso la sua condizione di irresponsabilità giuridica. In tutta questa storia l’inghippo più grosso sarebbe che se il cameriere catalano avesse ragione, essendo più anziano di Felipe di dieci anni, sarebbe lui il legittimo erede alla corona.

Quanto costa la corona di spagna

La corona che Felipe VI ha avuto al suo fianco durante la celebrazione del suo insediamento è d’argento d’orato, di circa 1kg di peso. Questo oggetto è stato creato nel 1775 dal gioielliere reale Fernando Velasco. Secondo Jesús Ángel Ruiz, vice presidente dell’Associazione spagnola dei Periti Gioielli (AETAI) il costo di produzione non sarebbe molto alto, circa 6mila euro. Ma se la corona fosse venduta all’asta il suo valore potrebbe facilmente lievitare, sia per il suo valore storico  che simbolico, raggiungendo cifre che supererebbero i 100mila euro.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia