Stasera in campo, ore 20.30

Foppa, emergenza autostima Piacenza ha un roster che fa paura

Foppa, emergenza autostima Piacenza ha un roster che fa paura
02 Dicembre 2015 ore 10:15

Tre vittorie e quattro sconfitte, di cui le ultime due avvenute contro formazioni neopromosse e non certamente insuperabili. Questo è il bilancio della Foppa dopo le prime sette gare (otto se considerassimo anche il turno di riposo già osservato): un bilancio grigio, quasi tendente al nero. Mai si era partiti così male e mai avremmo pensato di iniziare il campionato in maniera così negativa, soprattutto dopo i grandi proclami estivi. Ora, considerata l’attuale situazione di classifica che vede Paggi e compagne in ottava posizione con Vicenza, forse sarebbe maggiormente opportuno accantonare per un po’ di tempo la parola “scudetto” – anche se va detto che se la Foppa avesse raccolto il bottino piano a Vicenza e Busto Arsizio ora sarebbe al terzo posto a un punto dalla coppia di testa Casalmaggiore-Novara – e limitarsi a pensare una partita alla volta, così da potersi concentrare esclusivamente su una singola gara e cercando di togliere un po’ di pressione alla squadra che, immancabilmente, ne risente quando i risultati non arrivano.

 

8 foto Sfoglia la gallery

 

L’eptetto di Piacenza. Stasera a Bergamo arriva Piacenza, quarta forza del campionato con 14 punti. I nomi del roster emiliano non devono intimorire, ma stimolare le rossoblù. Quando si affronta un avversario che ti precede in classifica e che sta disputando un’ottima stagione anche a livello europeo – la Nordmeccanica occupa il primo posto nel girone F di Champions League grazie ai successi contro Dinamo Mosca, Le Cannet e Alba Blaj – gli stimoli per approcciare la gara con il giusto atteggiamento devono arrivare da sé. Dal canto suo Coach Gaspari arriva a Bergamo con l’intenzione di vincere e cercare di risalire qualche posizione, ma ha ancora due dubbi da sciogliere sulla formazione che tenterà di espugnare il Pala Norda. Il primo riguarda un posto quattro con il ballottaggio fra Meijners, che sta cercando di smaltire rapidamente i postumi di uno stiramento al polpaccio accusato nel match in casa di Conegliano, e Pascucci; il secondo è al centro e vede protagoniste l’olandese Belien (titolare contro Conegliano) e l’ex Laura Melandri, schierata invece in Champions contro Le Cannet. Per il resto l’eptetto di partenza dovrebbe essere completato dalla diagonale serbo-italolituana Ognjenovic-Sorokaite, dalla francese Bauer al centro e dalle ex bustocche Marcon in posto quattro e Leonardi libero.

Foppa, cercasi autostima. A differenza di Gaspari, Lavarini non ha avuto a disposizione una settimana intera per preparare l’importante sfida di oggi, ma si deve accontentare di tre giorni per resettare e ripartire. Un lasso di tempo così breve non è certamente sufficiente a guarire i mali peggiori, ma per cercare di migliorare l’autostima e cercare di forgiare una squadra maggiormente tenace può bastare. Uno degli aspetti fondamentali che domenica hanno permesso al Club Italia di conquistare un prestigioso successo è stata proprio la determinazione con cui le azzurrine si sono gettate su ogni pallone, cosa che invece Bergamo non ha fatto. Battere Piacenza non sarà certo una passeggiata di salute, ma quanto meno la Foppa dovrà dimostrare che le tre vittorie contro Scandicci, Firenze e Busto non sono state figlie del caso. Per cercare di tornare a sorridere Lavarini non potrà far altro che affidarsi alla diagonale Lo Bianco-Barun, alla coppia Paggi-Aelbrecht al centro, a Gennari e Plak schiacciatrici e a Cardullo libero. Ma non è da escludere nemmeno che possa essere data una chance a Sylla e Frigo, autrici di un buon finale di gara contro il Club Italia, al posto di Plak e Aelbrecht.

 

Così in campo (PalaNorda, Bergamo, stasera ore 20.30, diretta streaming su www.lvftv.it)

Foppapedretti Bergamo: Lo Bianco, Barun, Paggi, Aelbrecht, Gennari, Plak, Cardullo (L). All.: Lavarini. A disposizione: Mori, Frigo, Sylla, Mambelli.

Nordmeccanica Piacenza: Ognjeovic, Sorokaite, Bauer, Belien, Pascucci, Marcon, Leonardi (L). All.: Gaspari. A disposizione: Petrucci, Melandri, Taborelli, Mejiners, Valeriano, Poggi.

Arbitri: Stefano Cesare e Dominga Lot

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia