Cronache e risultati

Per fortuna che c’è la Berretti Non un bel weekend per il vivaio

Per fortuna che c’è la Berretti Non un bel weekend per il vivaio
Cronaca 16 Ottobre 2018 ore 09:20
In apertura, la formazione della Berretti che ha battuto la Pro Piacenza. Foto Atalanta.it

 

Fine settimana tutt’altro che positivo a livello di risultati per le formazioni giovanili nerazzurre. Dopo un grande inizio con la vittoria della Berretti, domenica forse non nera ma certamente grigio scura per i ragazzi dell’Under 16 e 15. Completano il quadro le due sconfitte dell’Under 14 e 13.

 

[Kobacki della Berretti nerazzurra. Foto Atalanta.it]

 

Con la Primavera a riposo per gli impegni dei giovani nelle varie nazionali, è stato compito dei Berretti di Lorenzi aprire le danze e rendere meno amaro il sabato senza partite di Serie A. La sfida di Zingonia contro la Pro Piacenza ha regalato grandissime emozioni agli appassionati di calcio, un mix di adrenalina e ribaltamenti di fronte che non hanno lasciato spazio alla noia. La gara scorre via senza reti fino al secondo tempo, quando gli ospiti passano in vantaggio grazie alla rete di Anelli. La Dea non ci sta a subire la prima sconfitta stagionale in campionato e pareggia i conti con la marcatura del polacco Kobacki. I piacentini, arrivati a Bergamo per portare a casa altri tre punti, riescono a tornare avanti con Perrotti, raggiunto cinque minuti più tardi dal secondo centro in altrettante gare di Bertini. A questo punto i bergamaschi ingranano la quinta e mettono a segno il momentaneo 3-2 a opera del centrocampista Moukam. La voglia dei rossoneri di proseguire il cammino a punteggio pieno prende il sopravvento e a dieci dalla fine Cardinale riporta il parziale in parità. A tempo quasi scaduto, un sussulto d’orgoglio dei nerazzurri siglato Mehic, in assoluto il migliore in campo, premia la truppa di Lorenzi e le regala il secondo successo consecutivo. Grandissima vittoria di squadra, sofferta, e primato in classifica condiviso con Albinoleffe e Giana Erminio, in attesa del big match di sabato contro i seriani.

Domenica di rallentamenti sia per i calciatori classe 2003 che per i 2004 impegnati nei derby lombardi contro i pari età del Brescia. Se da una parte l’Under 16 ribalta un primo tempo da dimenticare, dall’altra l’Under 15 si fa raggiungere in extremis. I gioiellini di Zanchi impattano con l’ultima in classifica e collezionano il terzo pareggio consecutivo dopo quelli con Cagliari e Milan. Inizio di gara traumatico per i nerazzurri, costretti a raccogliere il pallone in rete due volte nei primi nove minuti di gioco. Il rapido uno-due messo a segno dalle rondinelle scuote i bergamaschi, che nella ripresa riescono a tornare in partita con la prima marcatura stagionale di Rosa e a pareggiare i conti sempre con il numero 9. L’atalantino si è sbloccato e d’ora in avanti darà sicuramente una mano in fase realizzativa a una Dea che è costretta a guardare da lontano la vetta della classifica in attesa del recupero della sfida contro la Spal. Anche l’Under 15 non è partita con il turbo inserito in queste prime uscite ufficiali e si trova a navigare a metà della graduatoria del Girone B. Gli uomini di Andrea Di Cintio non approcciano nel migliore dei modi il match e accusano un calo di attenzione già nelle prime battute: al quarto Oliveri commette una leggerezza in uscita dalla difesa e regala la sfera a Ndoci, il quale supera con freddezza il portiere Maglieri. Ci pensa Biral, intorno al ventesimo, a farsi trovare pronto e a spingere in rete la respinta del portiere di casa. Allo scadere, Colombo estrae dal cilindro un colpo da maestro scaricando un mancino a giro imprendibile a fil di palo. Secondo tempo che parte sottotono fino a quando la Leonessa non torna a ruggire con Ologungbiri, il più lesto ad avventarsi su una respinta di Gallina. Il 3-2 dei padroni di casa porta la firma di Mor, anche se dura pochissimo perché lo straripante centravanti atalantino Stabile raddrizza il punteggio con una cavalcata micidiale. Ancora il bomber ex Napoli porta avanti i suoi compagni con una girata precisa di testa. Il quarto gol degli ospiti sembra quello decisivo, ma all’ultimo respiro Marinaci con una grande giocata trova il 4-4 finale. Un punto inutile per entrambe le compagini e prima della classe che si allontana a cinque punti dai nerazzurri.

 

[Andrea Di Cintio, tecnico dell’Under 15 atalantina. Foto Atalanta.it]

 

Secca la sconfitta maturata domenica in casa dall’Under 14 orobica contro il Brescia. Perentorio 3-0 che dimostra la poca cattiveria in fase offensiva dei ragazzini di Gambirasio. Costretta a capitolare di misura (0-1) anche l’Under 13 di Giordani al cospetto del Monza al Centro Bortolotti di Zingonia. Festeggia sabato l’U17 femminile allenata da Oriunto. Il poker contro il Tabiago porta la firma di Baruffaldi (doppietta), Ciocca e Gaia Bianchi. Dilaga domenica l’U15 femminile di mister Tirinnocchi sul campo della Cremonese: 0-11 pirotecnico con i quattro gol di Galdini, la doppietta di Cattaneo e le reti di Vigani, Donadoni, Paris, Noris e Lumina.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli