Battibecco tra Pioli e il tecnico nerazzurro

Furiosi Luca Percassi e Gasperini «Dopo questo non si può stare zitti»

Furiosi Luca Percassi e Gasperini «Dopo questo non si può stare zitti»
01 Ottobre 2018 ore 07:00

Alta tensione a fine partita tra mister Gasperini e il tecnico della Fiorentina Pioli. La sconfitta per 2-0 dei nerazzurri, a lungo dominatori del match, a causa di un marchiano errore arbitrale ha scatenato le proteste della società bergamasca che ha reagito con fermezza all’ingiustizia subita. Il rigore inesistente assegnato dall’arbitro Valeri senza neppure consultare il Var, e trasformato da Veretout, è stato duramente criticato dai massimi dirigenti dell’Atalanta, dai giocatori e del loro allenatore, che al fischio finale ha faticato a trattenere la rabbia urlando in faccia a Poli la sua indignazione. I due sono quasi venuti alle mani in mezzo al campo. Le immagini e i replay hanno evidenziato come sia stato sostanzialmente Chiesa a cercare il contatto con la gamba di Toloi per poi lasciarsi andare a terra. Inaccettabili l’anti-sportività di Chiesa e il comportamento del direttore di gara.

 

 

Ai microfoni di Sky si è presentato l’amministratore dell’Atalanta Luca Percassi: «Dopo quello che è successo – ha detto – è il minimo dover intervenire, perché c’è stato un episodio molto grave. Gli arbitri possono sbagliare, noi non commentiamo mai il loro operato, ma oggi non si può stare zitti. In un episodio così determinante non capisco perché non si sia andato a consultare il Var». Poi ha aggiunto: «Ci dispiace per quello che è successo, perchè dopo una settimana di proteste della Fiorentina sembrava tutto preparato».

Sulla stessa lunghezza d’onda Gian Piero Gasperini: «Penso che la partita sia stata condizionata dall’episodio del rigore con la Fiorentina che ha indirizzato la partita grazie a quella circostanza. A noi rimangono zero punti nonostante aver fatto una buona gara, abbiamo fatto una bella prestazione soprattutto prima dello svantaggio ed abbiamo avuto comunque una bella reazione anche dopo lo svantaggio. Spero fortemente che il rigore di oggi alla Fiorentina non sia compensativo di quello avuto contro a San Siro. Quello di oggi è inconcepibile nell’era moderna. Era un rigorino in tempi passati. Con la tecnologia è difficile accettare questa situazione, è una simulazione di Chiesa. Quest’ultimo, che è uno dei migliori giovani del nostro campionato, ha l’abitudine di fare certi gesti e deve cominciare a pagarli perché è diseducativo se non lo pagherà. E’ un episodio netto e lampante. Con così tanti arbitri si è presa una cantonata pazzesca».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia