Conferenza prima della Viola

Il Gasp non teme la stanchezza «Il sostegno del tifo ci aiuta molto»

Il Gasp non teme la stanchezza «Il sostegno del tifo ci aiuta molto»
16 Febbraio 2018 ore 09:30

Dopo la sconfitta in Europa League in casa del Borussia Dortmund, l’Atalanta si rituffa in campionato. Domenica 18 a Bergamo arriverà una Fiorentina che non sta attraversando il proprio momento migliore. «Ripartiamo con il campionato. Domani ci sarà la Fiorentina, poi un’altra gara e via dicendo – esordisce Gian Piero Gasperini -. La partita dell’altra sera è ancora viva in tutti noi, ci sarà il ritorno di giovedì che crea un’attenzione e un’attesa enorme. Ma dalla battuta d’arresto in Germania estrarremo la voglia di riscattare uno stop arrivato nel finale. Mi aspetto una concentrazione forte».

La classifica afferma che la Fiorentina è un po’ all’ultima spiaggia. «La classifica dice che sta diventano un po’ una gara ad eliminazione. La Fiorentina è dietro di noi, ma rimane un’ottima squadra con dei valori importanti e anche contro la Juventus ha giocato bene. Per noi è una partita molto importante. La Fiorentina farà la partita con le proprie qualità ed è fra quelle formazioni che cercano sempre il risultato. Sarà una partita aperta. La Viola alterna prestazioni positive e negative, ma dovremo tenere alto il livello di concentrazione. Siamo in un momento importante della stagione e vogliamo prolungarlo il più a lungo possibile. Noi non facciamo calcoli: è nel nostro spirito cercare sempre di ottenere il massimo. Società e pubblico ci spingono affinché sia possibile recuperare velocemente le energie, ci sostengono. L’ambiente è magnifico».

Alcuni giocatori sono tornati malconci da Dortmund, ma, a parte Rizzo, sono tutti a disposizione: «Caldara sta meglio – prosegue il tecnico di Grugliasco -. Ha avuto questo infortunio ma è stata preparata un’apposita mascherina che non so se utilizzerà o no. Oggi proverà. Ma la squadra è tutta a disposizione, Papu compreso. L’unico che sta lavorando a parte è Rizzo che sta recuperando e già la prossima settimana potrebbe fare qualche allenamento con la squadra. Cornelius ha qualche linea di febbre, lo valuteremo».

In vista della Fiorentina potrebbe esserci anche del turnover: «Sicuramente qualche avvicendamento di sarà. Ma ci presenteremo al massimo perché anche la sfida contro la Fiorentina è importante. All’andata fu una partita combattuta, andammo sotto, ma giocammo un ottimo secondo tempo raggiungendo il pareggio con Freuler all’ultimo secondo». In chiusura, una domanda un po’ particolare: «Papu rigorista? A parte Ilicic, che è sempre stato preciso, ci stiamo allenando anche in questo». Sia mai che a Reggio Emilia…

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia