Le partite del weekend (quasi tutte a Zingonia)

Ghislandi trascina l’Under 17 La Primavera è di scena a Napoli

Ghislandi trascina l’Under 17 La Primavera è di scena a Napoli
25 Novembre 2017 ore 10:00

Le mura amiche del Centro Sportivo Bortolotti di Zingonia ospiteranno quattro delle sette sfide del vivaio atalantino. Intanto è già stata protagonista con una vittoria l’Under 17 di Giovanni Bosi, che giovedì 23 ha ottenuto per la sesta volta consecutiva il bottino pieno contro la Lazio imponendosi 2-1 grazie alla doppietta del solito Angelo Ghislandi. I nerazzurri prendono il volo e distanziano in classifica il Cesena, secondo a meno cinque punti, confermando di essere la formazione migliore del campionato.

 

[Ghislandi esulta dopo un gol al Milan U17, foto Atalanta.it]

 

La Primavera affronterà una lunga trasferta per giocare oggi, sabato 25, alle 14.30 sul campo del Napoli penultimo nella graduatoria del girone Primavera 1. Il cammino dei partenopei è stato finora molto altalenante: nelle ultime tre partite hanno ottenuto due vittorie e una sconfitta, ma i numeri parlano degli azzurri come della peggior difesa del campionato. I ragazzi di Lorentino Beoni arrivano dopo aver issato bandiera bianca nella partita di Youth League di martedì contro lo Shakhtar Donetsk e dovranno giocarsi la qualificazione con il Feyenoord nell’ultima giornata dei gironi: l’unico risultato che gli permetterebbe di classificarsi al secondo posto è la vittoria. Il tecnico napoletano, subentrato in panchina a stagione in corso, conta sulle prestazioni di Gianluca Gaetano, fantasista classe 2000 in grado di combinare un’eccellente vena realizzativa ad un’elegante fase di rifinitura. Il suo tocco di palla gli permette di fare serpentine entusiasmanti tra gli avversari ma anche di servire puntualmente i compagni con palloni precisi. Bravo ad inserirsi in area di rigore, si alterna tra centrocampo e attacco risultando determinante con le sue giocate che gli hanno già fruttato cinque gol, di cui quattro consecutivi nelle ultime partite. Sulle spalle ha un numero importante, il 10 che ha fatto impazzire i tifosi napoletani con Diego Armando Maradona.

Un altro talento della primavera del Napoli è Ciro Palmieri, anche lui nato nel 2000. Viene utilizzato dal mister come arma a gara in corso e nonostante questo è già riuscito a timbrare il tabellino dei marcatori tre volte. Ferocia, istinto e tecnica, a cui si aggiunge un destro esplosivo dalla distanza, tracciano un profilo interessante. Senza dimenticare Alessio Zerbin, scommessa del ds Giuntoli molto attento ai gioielli della Serie D: il ragazzo del ’99, pescato nel Gozzano (provincia di Novara), è molto promettente e potrebbe mettere in difficoltà la formazione di Massimo Brambilla. Un test sulla carta facile ma che potrebbe nascondere qualche insidia per l’Atalanta viste le qualità degli avversari.

 

[Foto di squadra dell’Under 15, Atalanta.it]

 

Partita impegnativa per la Berretti bergamasca, impegnata oggi alle ore 14.30 a Zingonia contro il Padova. I biancoscudati sono distanti due sole lunghezze dagli orobici e con una vittoria potrebbero effettuare un sorpasso clamoroso. La squadra allenata da Stefano Lorenzi ha dimostrato di non essere in grado di rimanere concentrata per tutti i novanta minuti di gioco, accusando diversi passaggi a vuoto che gli sono costati cari. La certezza su cui può contare il tecnico nerazzurro è Matteo Pedrini, goleador e leader di una formazione ricca di talenti. I giocatori veneti, guidati da Matteo Centurioni, arrivano a Bergamo cercando la quarta vittoria consecutiva con Othman Chajari, classe ’99 già aggregato in prima squadra e autore di quattro gol fin qui, e Francesco Gerthoux, attaccante nato nel 2000 a segno tre volte. Domenica 26, alle 15, scenderanno invece in campo in casa gli uomini di Marco Zanchi di fronte al Cesena per tornare a vincere dopo una sconfitta e due pareggi nelle ultime tre uscite stagionali. Una classifica difficile da accettare racconta di un’Atalanta Under 16 che viaggia a velocità ridotta, ritrovandosi in quarta posizione a meno sette punti dalla vetta. La causa di questa carenza di vittorie è dovuta alla mancanza di un giocatore chiave in grado di caricarsi la squadra sulle spalle nei momenti di difficoltà e trascinarla al successo. All’inizio della stagione era stato il capitano Simone Panada a salire in cattedra con le sue giocate, ma il solo centrocampista bergamasco non può sempre risolvere tutti i problemi che affliggono i classe 2002. Il match contro i bianconeri è l’occasione giusta per tornare a correre conquistando il bottino pieno.

Anche l’Under 15 affronterà i romagnoli domenica alle 14.30 al Centro Bortolotti per dare continuità al successo in rimonta ottenuto contro il Bologna. I nerazzurri continuano a credere nel primo posto occupato dall’Inter ancora a punteggio pieno e la speranza è di accorciare le distanze nell’undicesima giornata del Girone B. Il bilancio dei ragazzi di Andrea Di Cintio parla di sette vittorie, due pareggi e una sconfitta e decreta il livello della truppa dei 2003: un gruppo ricco di giovani talentuosi che stanno facendo cose importanti convincendo gli addetti ai lavori con un bel gioco. Sempre domenica giocheranno i Giovanissimi sul campo dell’Internazionale alle ore 15, i Giovanissimi fascia B a Renate alle 11 e le Giovanissime Femminili alle 10.30 a Zingonia.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia